Il Carnevale è ormai alle porte e, come ogni anno, è tempo di indossare maschere e costumi, per lasciarsi andare ai festeggiamenti, al divertimento e a qualche scherzo. Per la tradizionale festa di febbraio, tuttavia, non possono mancare due elementi chiave: i coriandoli e le stelle filanti. Anima delle feste, arricchiscono le giornate con i loro colori, per una irresistibile e delicata pioggia di carta. Ma come approfittarne, rispettando però l’ambiente?

=> Scopri il riciclo creativo per Carnevale


La risposta è certamente nel riciclo creativo: coriandoli e stelle filanti, infatti, sono due prodotti tipici del Carnevale facili da realizzare anche in casa. Servirà soltanto un po’ di pazienza e di manualità, nonché grandi scorte di carta. Di seguito, qualche utile consiglio.

Coriandoli fai da te

I coriandoli sono, per antonomasia, l’icona del Carnevale. Questi piccoli pezzetti di carta, solitamente a forma di cerchio ma anche in simpatiche varianti geometriche, colorano le feste e vengono lanciati, per scherzo e divertimento, dalle maschere alla sfilata. Sebbene le proposte già confezionate siano le più svariate, e peraltro del tutto economiche, realizzarle in casa è molto semplice, anche coinvolgendo i più piccoli.

=> Scopri come creare le rose di carta


Innanzitutto, bisogna recuperare quanta più carta possibile: da pacco, carta di quotidiani, vecchi settimanali, magazine, depliant pubblicitari e molto altro ancora. Dopodiché, avvalendosi delle forbici, si tagliano delle strisce di uno oppure due centimetri di lato, lunghe quanto la lunghezza dello stesso foglio originale. Si sovrappongono le strisce realizzate fino a ottenere uno spessore non eccessivo e, con l’aiuto della classica bucatrice per quaderni ad anelli, si realizzano tanti coriandoli, il più possibile ravvicinati per non sprecare troppa carta.

In caso non si avesse a disposizione una bucatrice, i piccoli cerchi potranno essere realizzati anche con le forbici, ma l’operazione rischia di risultare eccessivamente lunga. In alternativa, le strisce già ottenute possono essere ripiegate su se stesse ottenendo una forma a zig-zag o a fisarmonica, ritagliando quindi sulle diagonali di ogni singola piega, per ottenere degli originali coriandoli triangolari. Piegando più volte, invece, sarà semplice ottenere delle graziose stelline.

Stelle filanti fai da te

Le stelle filanti rappresentano l’animo più gioioso del Carnevale, tanto da attirare da sempre le curiosità dei più piccoli. Questi rotoli di leggera carta colorata, infatti, formano dei simpatici riccioli soffiando al loro interno. Così come per i coriandoli, realizzarle in casa è abbastanza semplice, anche coinvolgendo i più piccoli.

Bisognerà sempre procurarsi delle buone quantità di carta, accertandosi però risulti abbastanza leggera, nonché facile da arrotolare. Si può quindi optare per vecchia carta velina o crespa, carta da imballaggio, quotidiani e alcuni settimanali, purché dai fogli non patinati o plastificati. Aiutandosi con le forbici, oppure con il taglierino, si realizzano delle strisce lunghe quanto la lunghezza del foglio, dalla larghezza di cinque millimetri o, in caso le si volessero più grandi, di un centimetro. Naturalmente queste strisce, se usate senza altri interventi, potrebbero risultare poco colorate poiché praticamente uniformi in fatto di stampa. Per ovviare a questo problema, allora, si spezzettano orizzontalmente le stesse strisce, a piacere sulla lunghezza, quindi le si combina unendole con del leggero nastro carta sulle estremità posteriori. Una volta costruita una striscia sufficientemente lunga, ad esempio di un metro, questa potrà essere arrotolata su se stessa, usando un tappo o una piccola bomboletta spray come riferimento per il diametro. Infine, basterà effettuare qualche prova per verificare che la carta scelta sia sufficientemente leggera per volare con un soffio.

4 febbraio 2017
Immagini:
Lascia un commento