Carne rossa: ridurre consumo abbatte il rischio di tumore al colon

Ridurre il consumo di carne rossa taglia drasticamente il rischio di tumore al colon. A sostenerlo i ricercatori della University of Leeds, secondo i quali le cause di tale rapporto potrebbero risiedere nell’alto contenuto di grassi saturi tipico di queste carni, nella produzione di sostanze cancerogene durante la cottura o anche nell’elevata presenza di ferro.

=> Scopri i benefici delle noci per ridurre la mortalità da tumore al colon

Lo studio sul rapporto tra carne rossa e tumore al colon è stato condotto su 32.147 partecipanti donne, provenienti da Inghilterra, Scozia e Galles, il cui profilo clinico e alimentare è stato analizzato nell’arco di 17 anni. Nello specifico è stato richiesto quando spesso consumassero i 217 cibi inseriti dai ricercatori in una lista, nella quale figuravano anche carne, pesce e pollame. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica International Journal for Cancer.

=> Leggi quali sono i cibi della Dieta Mediterranea più utili contro il tumore al colon

Nell’arco dei 17 anni di durata dello studio tra le partecipanti si sono manifestati 335 casi di tumore al colon e 152 di cancro rettale. Secondo i ricercatori eliminare la carne rossa non avrebbe un impatto significativo nel ridurre la neoplasia al retto, mentre il suo consumo incrementerebbe in maniera netta il rischio di patologia tumorale al colon. Come ha sottolineato il dott. Diego Rada Fernandez de Jauregui, autore principale dello studio:

L’impatto di differenti tipi di carne rossa e percorsi alimentari sulle localizzazioni del cancro è una delle sfide maggiori nello studio della dieta e del tumore al colon.

La nostra ricerca è una dei pochi studi a indagare su questa relazione e, mentre saranno necessarie ulteriori analisi in questo ampio campo di studio, potrebbe fornire informazioni preziose per coloro che hanno una familiarità con il tumore colorettale e stanno lavorando a una possibile prevenzione.

3 aprile 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento