Carlo Giovanardi difende il ricorso agli animali al circo

Controcorrente il senatore del Pdl Carlo Giovanardi, il quale è sceso in campo una volta di più in favore del circo. Dopo la manifestazione di ieri tenutasi davanti a Montecitorio, alla quale hanno preso parte diversi rappresentati delle grandi famiglie del circo italiano, il senatore ha partecipato a una conferenza indetta da Antonio Buccioni, presidente dell’Ente Nazionale Circhi.

Carlo Giovanardi si è espresso a favore degli animali all’interno dell’attività circense e lo ha fatto davanti ad una platea mista composta da acrobati, giocolieri, clown e musici. Il suo è un monito deciso nei confronti del mondo animalista, più volte espressosi in difesa di tigri, leoni, elefanti, giraffe impiegati nel circo. Ma il senatore Carlo Giovanardi ha ribadito il concetto sostenendo l’importanza del circo come simbolo di cultura italiana, condannando le associazioni animaliste.

«È come se una banda di criminali taglieggiasse i negozi e per tutelare l’ordine pubblico il sindaco facesse una ordinanza di chiusura dei negozi. Perché un cavallo non può stare in un circo mentre milioni di cani e di gatti vivono all’interno di appartamenti. […] È il Parlamento che deve affrontare l’argomento e decidere se in Italia i circhi equestri devono chiudere. Quello che non si può accettare è che con l’arbitrio, la violenza, gli insulti alla gente del circo e al pubblico di mamme e bambini che al circo ci vanno, si voglia distruggere un mondo di valori e tradizioni mettendo sul lastrico migliaia di famiglie».

La guerra tra animalisti e sostenitori del circo pare aperta, sfociata dopo la morte della giraffa Aleksandre fuggita dal circo per le strade di Imola. A causa della sua triste dipartita molti comuni hanno deciso per boicottare le attività circensi con la presenza di animali, costretti ad esibirsi in numeri e attività non consoni alla loro natura.

18 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
gabry, domenica 3 novembre 2013 alle9:07 ha scritto: rispondi »

Se mettessero in gabbia lui forse capirebbe!!! Gli animali da circo debbono fargli uscire dai circhi e dagli zoo e riportati nei loro ambienti naturali. Giovanardi si occupi della disoccupazione e dell'italia che è uno sfacelo.

Bruno, mercoledì 15 maggio 2013 alle20:22 ha scritto: rispondi »

Che Giovanardi si schieri a favore di una causa indegna di un paese civile, come quella degli animali nei circhi, non mi sorprende affatto(conoscendo i suoi precedenti in altri campi),piuttosto mi sorprende molto che ci sia ancora qualcuno che lo sta a sentire.

Lascia un commento