Caramelle bio per Halloween: le proposte sul mercato

Ai bambini che verranno a bussare alle nostre porte, il pomeriggio di Halloween, possiamo dare caramelle bio. Sarebbe un buon modo per far assaggiare loro dei sapori che magari non conoscono e per lanciare l’idea anche agli adulti che li accompagnano. I genitori sono una delle categorie più sensibili quando si parla di salute e ambiente perché hanno una ragione concreta di preoccuparsi: il futuro dei loro figli.

Ecco quindi per voi qualche idea per fare le scorte in vista dell’assalto dei questuanti:

A Pisa ci sono le caramelle al miele Chiellini, fatte artigianalmente con prodotti biologici. Le orzine, ad esempio, hanno quell’aspetto antico che si sposa perfettamente con lo spirito della festa.

Ci sono poi gli zuccherini Bergila al pino mugo dall’Alto Adige, magari da impacchettare con carta velina verde e da accompagnare con una frase horror del tipo “centrifugato di coccodrillo fresco fresco”.

Le liquirizie bio di Calabria, eredi di una lunga tradizione zagarese, ci sono in tutte le forme classiche: orsetti, rotelle, scagliette e radici al naturale da rosicchiare, che sono le mie preferite. Adoro l’espressione che fanno i bimbi che non le conoscono sia quando gliele regalo che quando le assaggiano.

Per i cioccolatini si possono provare quelli Icam, certificati da BioSuisse e TransFair. Di fianco agli impianti di produzione, in provincia di Lecco, hanno aperto un outlet del cioccolato.

Mielizia ha un’intera linea di caramelle al miele italiano biologico e ci potete trovare anche le balsamiche, da dare ai bimbi con la voce più roca o che iniziano a starnutire.

Tra le caramelle del Baule Volante ci sono anche quelle con dolcificanti naturali come il succo d’agave. Interessanti i lecca lecca e le caramelle all’acerola, una pianta sudamericana molto ricca di vitamina C.

Altromercato ha caramelle e gelatine provenienti da viarie parti del mondo. Sono fatte con ingredienti equi e solidali, coltivati nel rispetto delle persone. a Halloween l’orrore dovrebbe essere un gioco non dovrebbe trasformarsi in vita vissuta quotidianamente per colpa di inquinanti e sfruttamento del lavoro.

Se avete tempo, potete cimentarvi voi nella preparazione di biscotti da regalare ai bambini. Casa vostra si riconoscerà dal profumo! Ricordate ai bambini di razionarsi il bottino e di dividerlo con gli amichetti: troppi zuccheri tutti in una volta sola non fanno bene. Buona festa a tutti.

17 ottobre 2012
Lascia un commento