Il progetto “Fiat Likes U” continua a coinvolgere gli studenti delle università italiane e, dopo essere stato avviato qualche mese fa presso gli atenei di Roma e Milano, arriva adesso all’Università Cattolica di Milano, dove sarà a disposizione per un intero trimestre.

Fiat Likes U nasce dalla collaborazione tra il costruttore automobilistico e il Ministero dell’Istruzione, potendo vantare inoltre il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Scopo dell’iniziativa è quella di far conoscere ai più giovani il car sharing, ovvero l’abitudine di viaggiare in maniera intelligente, sfruttando l’automobile condivisa al fine di diminuire l’impatto del traffico nelle grandi città e abbassare, di conseguenza, le emissioni inquinanti che rendono spesso l’aria dei grossi centri irrespirabile.

Grazie a FIAT Likes U, 280.000 studenti universitari di Torino, Roma, Milano, Parma, Salerno, Cosenza, Catania e Pisa avranno a disposizione gratuitamente delle vetture FIAT per un tempo massimo di 24 ore alla settimana, vetture che saranno messe a disposizione degli interessati dopo aver compilato un apposito modulo online sul sito dedicato all’iniziativa.

Il car sharing Fiat, che ha visto finora 1.800 studenti aderire al servizio e noleggiare le auto a disposizione, è adesso stato presentato all’Università Cattolica di Milano alla presenza di Gianluca Itala, responsabile del marchio Fiat, e di Mario Gatti, direttore dell’ateneo lombardo.

Fino al 15 aprile gli studenti potranno noleggiare gratuitamente quattro vetture del gruppo italiano suddivise tra Fiat Panda e Fiat 500L, ma il progetto prevede anche l’erogazione di borse di studio (una per ogni università dal valore di 5.000 euro) e di otto stage retribuiti da effettuare presso una delle strutture del gruppo Fiat.

Oltre ai vantaggi del car sharing, per gli studenti sarà disponibile infine un finanziamento agevolato al 4,5% per l’acquisto di un modello qualsiasi dell’attuale gamma Fiat, con la possibilità, per chi conseguirà la laura con un voto di 110, di usufruire di un prestito a tasso zero, mentre chi arriverà all’ambito “110 e lode” avrà accesso allo sconto dipendenti.

Fiat Likes U non vedrà prossimamente protagoniste le altre università inserite nel programma, mentre resta allo studio la possibilità di estenderlo ad altri atenei stranieri in paesi come Svizzera, Turchia e Spagna.

22 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Lascia un commento