Una simpatica iniziativa arriva a margine della Settimana della Mobilità Sostenibile 2012, un evento pensato per sensibilizzare sull’uso consapevole dei mezzi di trasporto per ridurne l’impatto ambientale. Per l’occasione, Banca Popolare Etica e APS Opere e Servizi hanno deciso di offrire ai propri clienti uno sconto del 50% sul car sharing cittadino: un modo intelligente per incentivarne l’utilizzo.

La promozione è disponibile in quelle città d’Italia dove è presente un circuito ICS, Iniziativa Car Sharing, ovvero Padova, Brescia, Bologna, Milano, Roma, Parma, Firenze, Savona, Torino, Venezia, Genova e Palermo. I correntisti di Banca Popolare Etica non dovranno far altro che richiedere l’apposita tessera alla filiale, anche via posta o online, per ricevere immediatamente uno sconto del 50% sull’abbonamento al car sharing, della durata di ben un anno.

Il car sharing è una modalità intelligente e funzionale per abbattere traffico e inquinamento nelle città più popolate. La cattiva abitudine di non prendere i mezzi pubblici o di recarsi al lavoro con una vettura praticamente vuota, ha un impatto nefasto sia in termini di imbottigliamento che di smog generato, per non parlare dell’annoso problema dei parcheggi. Con il car sharing, oltre alla possibilità di condividere la stessa autovettura con più autisti, si ha la possibilità di dotarsi di mezzi scarsamente inquinanti o elettrici, di trovare sempre parcheggio nelle apposite aree adibite e, non ultimo, di avere accesso a quelle aree normalmente inibite al traffico automobilistico. A Milano, giusto per fare un esempio, le vetture del car sharing non sono sottoposte alle severe norme dell’Area C, il tutto a vantaggio degli abbonati.

Per tutte le informazioni sull’iniziativa di Banca Popolare Etica, basta collegarsi al sito di CarSharingPadova e visitare la sezione “Convenzioni”. Per i prezzi e le modalità di utilizzo del servizio nella propria città, il portale di riferimento è quello di ICSCarSharing.

19 settembre 2012
I vostri commenti
Alfredo, martedì 27 novembre 2012 alle9:26 ha scritto: rispondi »

Vale solo a Padova, a Roma no! Che sòla!

Lascia un commento