Hyundai IONIQ sarà la protagonista del primo car sharing elettrico ad Amsterdam firmato dalla casa automobilistica sud-coreana. Servirà l’area metropolitana della capitale dei Paesi Bassi, all’insegna di una mobilità condivisa e a zero emissioni. La messa in atto del progetto segue il precedente lancio avvenuto a Monaco di Baviera, quando però la condivisione dei veicoli interessava vetture alimentate a idrogeno (le ix35 Fuel Cell).

La scelta di Hyundai IONIQ per il car sharing elettrico sud-coreano ad Amsterdam poggia su un’autonomia dichiarata fino a 280 km (ciclo NEDC) e una batteria agli ioni polimeri di litio da 28 kWh, ricaricabile fino all’80% in 23 minuti. A disposizione anche un servizio di ricarica rapida “on demand” grazie a una IONIQ Electric equipaggiata con sistema vehicle-to-vehicle charger, che consentirà di ricaricare le auto ovunque si trovino.

=> Scopri il prototipo a guida autonoma di Hyundai IONIQ elettrica

In dotazione a Hyundai IONIQ Electric un motore elettrico da 120 CV (88kW) per una coppia massima di 295 Nm e una velocità di punta pari a 165 kmh. Completano il corredo della vettura cinque posti accompagnati da ampio bagagliaio, equipaggiamento di sicurezza, valutato 5 Stelle Euro NCAP, comprensivo di frenata autonoma d’emergenza, mantenimento della corsia e Cruise Control intelligente.

Venendo ai costi del servizio si nota come il costo base ammonti a 0,25 euro al minuto per la prima ora di guida, trascorsa la quale si scenderà a 0,20 euro/minuto. Se il noleggio supererà le 5 ore subentrerà una tariffa fissa di 60 euro che consentirà di proseguire il noleggio per tutto il resto della giornata. Un’apposita applicazione (iPhone e Android) consentirà di trovare la Hyundai IONIQ Elettrica più vicina e procedere direttamente con la prenotazione.

=> Hyundai IONIQ Plug-in Hybrid arriva in Italia: leggi dettagli e prezzi

A disposizione degli utenti anche la possibilità di spostarsi con facilità al di fuori della città, raggiungendo con una sola ricarica altri centri di spicco del territorio olandese come Rotterdam (distante 80 km) o Eindhoven (125 km). Unica condizione applicata è che la vettura termini venga riconsegnata in ogni caso entro i confini territoriali di Amsterdam.

Non casuale la scelta di Amsterdam come sede del nuovo servizio di car sharing elettrico Hyundai, con la capitale dei Paesi Bassi che può vantare una rete di ricarica capillare (oltre 2.200 stazioni) e un obiettivo ambizioso al 2025: diventare una città “Carbon Free”. Come ha dichiarato Thomas A. Schmid, Chief Operating Officer di Hyundai Europa:

Siamo orgogliosi di aver avviato il nostro primo servizio di car-sharing elettrico in Europa, sostenendo anche l’obiettivo di Amsterdam di raggiungere ambiziosi traguardi sul contenimento delle emissioni. Con il lancio di 15 modelli eco-friendly entro il 2020, Hyundai sta dimostrando il suo ruolo pionieristico nella mobilità sostenibile alla portata di tutti. Offrendo la più ampia varietà di alimentazioni green, elettrica, ibrida e Fuel Cell, il nostro marchio è impegnato nello sviluppo di una e-mobility che si adatta alle esigenze più disparate.

6 ottobre 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
renzo, venerdì 6 ottobre 2017 alle18:26 ha scritto: rispondi »

Capito? Amsterdam ha 2200 punti di ricarica!!! in una sola città 2200 punti di ricarica!!! ciao itaglia!

Lascia un commento