Aperte le iscrizioni per il nuovo servizio car2go di Torino. Come annunciato durante la conferenza stampa di presentazione del servizio, a partire all’8 aprile saranno disponibili per i cittadini torinesi 100 Smart fortwo, mentre già da ora è possibile iscriversi al servizio di car sharing.

Il car sharing di car2go potrà contare a Torino sulla copertura di un’area pari a circa 60 km quadrati, mentre la flotta iniziale di 100 smart fortwo è destinata in breve tempo a crescere fino a raggiungere le 450 unità. Il noleggio sarà attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con un costo di 0,29 euro/minuto con inclusi tasse (IVA compresa), assicurazione, costi di parcheggio, carburante e i primi 50 km percorsi.

Sarà garantito alle Smart di car2go l’accesso alla ZTL Centrale e Romana, ma non l’utilizzo delle corsie preferenziali assegnate a bus e taxi o il varcare la ZTL Valentino o transitare all’interno delle aree pedonali.

L’iscrizione al car sharing torinese garantirà inoltre agli iscritti la possibilità di utilizzare anche i servizi già attivi a Roma, Milano, Firenze e in tutte le città europee dove è presente la flotta di car2go. Le registrazioni possono essere eseguite online attraverso il sito www.car2go.com/it/torino o presentandosi presso il punto car2go in Corso Stati Uniti 16/G.

Il nuovo car sharing offrirà ai cittadini di Torino un’ulteriore opportunità di contribuire a ridurre l’impatto del traffico sulla città. A sostenerlo Thomas Beermann, CEO di car2go Europe GmbH:

Sono emozionato per il lancio del nostro servizio in questa bellissima città, che è stata la prima Capitale d’Italia. Tutti i cittadini di Torino avranno da oggi una possibilità in più per muoversi sul loro territorio senza vincoli di orari e luoghi.

Basandoci sulla nostra esperienza possiamo affermare che car2go aiuta a diminuire il traffico urbano e riduce la congestione da parcheggio. Il nostro servizio è complementare a qualunque altro sistema di trasporto urbano.

Soddisfazione espressa dal sindaco di Torino Piero Fassino per quanto riguarda l’evoluzione della mobilità torinese:

Il car sharing in modalità free floating rafforzerà il sistema complessivo di mobilità contribuendo al raggiungimento di uno degli obiettivi sul quale si sta lavorando fin da inizio mandato: l’intermodalità del trasporto pubblico ed una maggiore offerta di alternative al mezzo privato.

24 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento