Il car sharing piace a un numero sempre maggiore di italiani. Utilizzare un’auto condivisa per gli spostamenti è una soluzione che permette di risparmiare sui costi fissi del veicolo privato: assicurazione, bollo e spese di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Senza contare i benefici per l’ambiente che derivano da una minore circolazione di auto private e dalla riduzione delle emissioni. Nelle grandi città i fornitori di servizi di car sharing non di rado dispongono di una flotta elettrica o ibrida o comunque di veicoli di ultima generazione, efficienti, a basse emissioni e con consumi di carburante ridotti.

Come sempre, quando si è alla guida, bisogna però prestare molta attenzione per non incorrere in brutte sorprese e spese impreviste. A questo proposito viene in aiuto il decalogo sul car sharing sicuro stilato dal comparatore di assicurazioni per auto Facile.it. Ecco i 10 consigli forniti dagli esperti del portale:

  1. In caso di tamponamento, bisogna contattare subito la società di car sharing. Successivamente si procede come per qualsiasi sinistro, compilando la constatazione amichevole o contattando la polizia per la redazione di un verbale che attesti la dinamica dell’incidente e attribuisca le responsabilità. Se la colpa è vostra la classe di merito non subirà alcuna modifica. In alcuni casi la compagnia assicurativa scelta dalla società di car sharing potrebbe però chiedervi il rimborso dei danni. Se la responsabilità è dell’altro conducente invece sarà la sua assicurazione a rimborsarvi tutti i danni. In entrambi i casi l’intervento del soccorso stradale è a vostro carico.
  2. In caso di furto del veicolo contattate subito la compagnia di car sharing, riconsegnando le chiavi del veicolo per testimoniare di non aver lasciato incustodita l’auto. Solo in quest’ultimo caso potrebbe esservi addebitato l’intero valore del mezzo rubato.
  3. In caso di atti vandalici o furto del navigatore satellitare contattate il call center della compagnia. Le polizze kasko e contro gli atti vandalici pagheranno il danno senza problemi.
  4. Le multe per divieto di sosta o altre infrazioni al codice stradale sono invece a vostro carico, con l’aggiunta delle spese di notifica comprese tra i 20 e i 50 euro. A causa delle infrazioni potreste perdere punti della patente proprio come quando guidate il veicolo di proprietà.
  5. Se nell’auto condivisa trovate una borsa, una sciarpa o qualsiasi altro oggetto dimenticato dal conducente precedente, effettuate una denuncia alle forze dell’ordine.
  6. Rispettate i divieti imposti dalle società erogatrici: innanzitutto è vietato fumare nell’abitacolo, pena una sanzione di circa 50 euro. Vietato poi cedere l’auto a un altro conducente, se non si vuole incorrere in una multa di 100 euro, o lasciare l’auto fuori dagli spazi delimitati. In questo caso la multa si aggira sui 50 euro. Prima di abbandonare l’abitacolo controllate che i finestrini siano completamente alzati e che le luci siano spente, per non pagare una sanzione di 50 euro.
  7. Gli animali domestici non possono salire a bordo. La maggior parte delle compagnie di car sharing ne vieta il trasporto, comminando delle multe a chi trasgredisce.
  8. Ricordate che se l’auto condivisa è a corto di carburante le spese per il rifornimento sono a vostro carico. Al momento della scelta del veicolo, controllate che abbia una scorta sufficiente.
  9. Se avete smarrito le chiavi dell’auto andrete incontro a una penale di circa 250 euro. Meglio prestare attenzione.
  10. Quando bucate una ruota o l’auto è in panne siete invece coperti dalla compagnia assicurativa che vi manderà assistenza senza costi aggiuntivi.

25 febbraio 2015
Fonte:
Agi
I vostri commenti
Emanuele Giolfo, mercoledì 25 maggio 2016 alle18:25 ha scritto: rispondi »

‪#‎car2go‬ riceve una sanzione per un'infrazione da me commessa di €69,88 e mi addebita €77,47 + €20 per gestione pratica. E alla mia richiesta di spiegazioni sulla cifra addebitatami fa muro di gomma invocando questioni di privacy e accusandomi di 'far perdere tempo'. A casa mia quando qualcuno si rifiuta di darti una risposta rapida e semplicissima accampando le scuse più variopinte vuol dire solo una cosa: coda di paglia.

Lascia un commento