Condividere l’auto nel percorso casa-lavoro permette di risparmiare mediamente 1.300 euro all’anno. A quantificare i vantaggi economici del car pooling è Jojob, servizio pensato per le aziende ideato dalla compagnia torinese Bringme.

L’ultimo bilancio del servizio di car pooling aziendale riporta dati positivi. Nel 2015 le auto aziendali condivise sono state utilizzate in ben 11 mila viaggi da oltre 50 mila lavoratori, per un totale di 434 mila chilometri percorsi. Grazie al car pooling aziendale è stata risparmiata l’immissione in atmosfera di 87 tonnellate di CO2.

Il car pooling è una soluzione sempre più apprezzata dai pendolari perché consente di ridurre le spese della benzina, socializzare ed evitare disagi in caso di scioperi dei mezzi pubblici.

Il risparmio economico è notevole in caso di tragitti casa-lavoro più lunghi. Secondo le stime di Jojob un pendolare che deve percorrere ogni giorno 60 km per raggiungere il luogo di lavoro può risparmiare fino a 2.376 euro all’anno. Anche chi percorre appena 10 km al giorno per recarsi in ufficio può trarre vantaggio dal car pooling, con un risparmio stimato sui costi del carburante di 396 euro all’anno.

Numerose aziende italiane hanno deciso di sfruttare i vantaggi del car pooling, che si traducono in un incremento della produttività. I dipendenti arrivano puntuali, sono meno stressati e si assentano meno a causa di scioperi dei mezzi pubblici. Inoltre, grazie all’utilizzo delle auto condivise, le aziende necessitano di un numero inferiore di parcheggi per i dipendenti e di aree di sosta meno ampie.

A scegliere i servizi di Jojob sono stati anche grandi colossi come Amazon, Auchan, Luxottica e Bnl. I dipendenti accolgono con entusiasmo la proposta dell’azienda. Secondo i dati diffusi da Jojob ben il 35% dei lavoratori si iscrive subito al servizio non appena ne viene a conoscenza. Secondo Gerard Albertengo, CEO di Bringme, l’Italia sta facendo da apripista in Europa per il car pooling aziendale. Il successo del servizio in Italia ha spinto l’azienda a progettare l’espansione in altri Paesi. In Italia il servizio verrà rafforzato puntando alla conquista delle PMI.

Secondo Jojob il car pooling è destinato a soppiantare i servizi navetta offerti dalle aziende ed è più efficace anche delle convenzioni per l’uso dei mezzi pubblici, utilizzate da un numero ristretto di dipendenti.

11 febbraio 2016
Fonte:
Lascia un commento