Car pooling aziendale: 2017 anno record per Jojob, utenti +199%

Cresce del 199% il numero di lavoratori che utilizza il servizio di car pooling aziendale Jojob. A rivelarlo è la stessa compagnia, il cui bilancio per il 2017 sembra essersi rivelato più che positivo. Gli utenti che hanno scelto l’utilizzo di auto condivise per il tragitto casa-lavoro sono passati da 20.000 a 59.738, garantendo un risparmio in termini di km pari a 1.714.120 (+164% rispetto ai 646.901 del 2016).

Secondo Jojob anche i viaggi operati con il car pooling aziendale sono cresciuti in maniera evidente nel 2017 (+177%), passando da 16.500 a 45.668. Entrando nel merito della CO2 risparmiata, spiega l’azienda in una nota, l’auto condivisa ha evitato l’emissione di 222.835 Kg di anidride carbonica, +111% rispetto al 2016. Il risparmio economico totale, su base annua, di autisti e passeggeri ammonta invece a 339.383 euro, divisi tra i 257.118 risparmiati dai passeggeri e gli 82.265 relativi ai soli autisti.

=> Scopri nuove funzionalità e app per il car pooling Jojob

Un autista che percorra una tratta “media” di 27,7 km spenderebbe viaggiando da solo circa 5,5 euro, mentre con il car pooling ridurrebbe tale costo di 3,14 euro (6,28 se calcolato anche il percorso di ritorno). Il risparmio annuo medio si attesterebbe quindi, estendendo l’utilizzo a 220 giorni l’anno, intorno ai 1381 euro. Tra le Regioni più attive quelle del Nord, con in testa la Lombardia seguita da Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Al Centro bene Toscana e Lazio, mentre cresce il numero di viaggi al Sud (soprattutto in Sardegna).

=> Scopri quali sono le basi del successo per il car pooling aziendale

Tra le aziende che più hanno utilizzato il servizio di condivisione auto aziendale Jojob figurano Bulgari (22.557 viaggi, risparmiati 43.574 kg di CO2), Philip Morris (8.676 viaggi e 15.119 kg di CO2 risparmiata) e Ducati (3.164 viaggi e 5.724 kg di CO2 risparmiata). Come ha dichiarato Gerard Albertengo, CEO & founder di Jojob:

I numeri del 2017 sono estremamente positivi e segnalano una sempre maggiore attenzione da parte di aziende e dipendenti nei confronti non solo dell’ambiente, ma anche del risparmio economico e del benessere generale: condividere l’auto significa migliorare e intensificare i rapporti tra colleghi, rendendo più piacevole anche l’esperienza lavorativa.

Inoltre da settembre, mese in cui abbiamo rilasciato nuove funzioni dell’app e del portale che rendono ancora più facile e agevole la condivisione dell’auto, abbiamo assistito ad una crescita del 48% dei viaggi certificati e del 65% delle interazioni sulla piattaforma. Novembre poi, come per il 2016, si è confermato il mese con i risultati migliori dell’anno: è stato infatti quello con più viaggi condivisi (5.874), più km risparmiati (171.265) e più kg di CO2 non emessi in atmosfera (23.000).

8 febbraio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento