Il web da sempre è inondato da immagine tenere di gatti, adorabili micetti dalle pose più buffe che diventano virali in pochissimi click. Certo, le eccezioni non mancano, quindi tra i protagonisti possiamo trovare anche i misteriosi felini ninja o gli irascibili micetti dall’espressione corrucciata. Ad esempio il maestro della smorfia negativa: The Grumpy Cat. L’ondata anomala di gattini ha quasi saturato i social network, mai paghi di tanta dolcezza. Per questo, per contrastare allegramente l’egemonia da vibrisse, Jon Steinberg – CEO del Daily Mail – ha deciso di lanciare una nuova tendenza: le capre.

Le simpatiche quadrupedi potrebbero salire alla ribalta e spodestare i rivali felini, perché il web è ricco di storie e avventure che le riguardano. Un mondo pieno di vicende molto delicate, come la storia di Frostie: una piccola capretta dal manto bianco pronta ad affrontare il mondo a bordo del suo carrellino. La simpatica erbivora, accolta presso un centro di ricovero per animali australiani, presentava una situazione fisica invalidante con colonna vertebrale piena di ascessi e infezione batterica in corso. Grazie alla tenacia e la voglia di vivere, ha imparato a camminare grazie a un carrellino.

Al suo fianco Gary, la capra del comico Jimbo Bazoobi, che possiede anche una pagina Facebook ed è scampata a una multa salata per aver brucato l’erba di un’aiuola a Sydney. Non solo, perché in Rete si possono rintracciare milioni di foto e video di capre intente a saltellare sulle superfici più disparate. Forum interi concentrati sulla tecnica di questi animaletti, simile al ben noto parkour. Ma anche simpatici remix di canzoni famose, dove le capre duettano idealmente con personaggi molto noti.

Insomma a fronte degli 860 milioni di esemplari presenti nel mondo, contro i 600 milioni di gatti e nonostante la fama recente, gli esperti non comprendono perché le capre rimangano un passo o due dietro ai felini. Forse Internet è saturo di informazioni dedicate ai micetti e ai loro soci cani, mentre le storie e le avventure riguardanti le capre sono ancora poche. Magari un passaparola più corposo potrebbe aiutare queste saltellanti quadrupedi dall’ugola potente.

10 luglio 2014
I vostri commenti
Walter, sabato 11 giugno 2016 alle16:03 ha scritto: rispondi »

Io ho adottato un capretto destinato altrimenti a finire in un forno ... Sono daccordo con voi che sono animali molto intelligenti, affettuosi ed equilibrati. Più di molti cani che incontriamo quando lo porto a passeggio con pettorina e guinzaglio. Ma mi segue per chilometri anche senza. Guardate su YouTube i video che ho fatto al capretto GIONATA e mi direte. E vorrei anche sapere perchè sarei obbligato a fargli mettere un cartellino in plastica, facendo bucare l'orecchio, dall' A.S.L. ("codice di stalla") anzichè un microchip come i cani o un libretto sanitario, visto che per me è soltanto un animale DA COMPAGNIA !

Greta, giovedì 10 luglio 2014 alle11:19 ha scritto: rispondi »

Incredibile.Pure le capre....0____0

Lascia un commento