Un grande capodoglio albino visita le coste della Sardegna e sorprende ricercatori e turisti. È l’incredibile avvistamento avvenuto tre giorni fa: nel canyon di Caprera, nel Golfo di Olbia, all’improvviso un enorme esemplare si è mostrato in superficie, dove si è lasciato ammirare per circa 15 minuti. Si tratta di un avvistamento importante e unico nel suo genere: il precedente risale infatti a ben 9 anni fa, quando un capodoglio è stato avvistato al largo di Tavolara.

Presenti al sorprendente incontro con il capidoglio albino i ricercatori dell’università di Sassari, quindi alcuni turisti che si trovavano nel bel mezzo di un’escursione di whale watching. Sebbene quello con questo grande esemplare bianco sia un evento rarissimo, al largo delle coste della Sardegna sono frequenti gli incontri con i grandi cetacei: circa 600 negli ultimi cinque anni. È quanto riporta il gruppo di ricerca di Renata Manconi e Luca Bittau del dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell’ateneo di Sassari, così come sottolinea l’agenzia AGI. In particolare, in zona sono state rinvenute sette delle otto specie del Mediterraneo occidentale, tra cui il tursiope, la balenottera comune, lo zifio, la stenella striata, il capodoglio, il grampo e il delfino comune.

Secondo quanto riportato dall’ANSA, durante un tour di routine un soffio al largo ha attirato le attenzioni dei navigatori. Giunti in una posizione più favorevole per osservare l’animale, la sorpresa: un grande capodoglio bianco che, per oltre 15 minuti, si è lasciato ammirare a poca distanza dalla superficie. La grande presenza dei mari, così come facile intuire, è già stata ribattezzata “Mody Dick” in onore del suo predecessore famoso.

Il capodoglio bianco è il rappresentante di maggiori dimensioni degli Odontoceti: può infatti raggiungere i 18 metri di lunghezza. L’osservazione di questa specie è solitamente rara, poiché gli esemplari tendono a rimanere lungo in profondità, nonché a nuotare per lunghe distanze senza emergere frequentemente.

5 agosto 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Via:
Lascia un commento