Capannone di rifiuti in fiamme: finestre chiuse a Milano

È scoppiato nella notte un violento incendio che ha coinvolto un capannone adibito allo stoccaggio di rifiuti. La struttura si trova nel quartiere Quarto Oggiaro di Milano, in via Chiasserini. I Vigili del Fuoco sono intervenuti dopo i primi allarmi della popolazione, arrivati intorno alle 20:30, invitata poi dalle autorità a tenere le proprie finestre chiuse per evitare di respirare gas potenzialmente nocivi.

L’incendio del capannone ha generato fiamme molto alte e colonne di fumo visibili anche a ad alcuni chilometri di distanza. All’interno della struttura venivano stoccati rifiuti e si procedeva alla lavorazione di inerti. Diversi danni anche all’azienda vicina, mentre sul posto sono intervenuti anche gli esperti del nucleo NBRC (Nucleare, Biologico, Chimico, Radiologico) e quelli dell’Azienda Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA). Possibili danni per l’ambiente legati soprattutto alla possibile propagazione di gas nocivi.

=> Leggi i dati Legambiente sull’inquinamento da rifiuti in plastica dei laghi

Nella notte trasportate due persone alla Multimedica di Sesto San Giovanni in regime di Pronto Soccorso, Codice Verde: il primo è un 49enne colpito da alcuni calcinacci, mentre l’altro è un vigile del fuoco. Le fiamme vengono segnalate questa mattina come sotto controllo, e già si comincia a stimare i primi danni per le due aziende (la seconda è una società che si occupa di trasporto disabili e che ha visto bruciare alcuni dei propri veicoli).

Le cause dell’incendio che scatenato l’allarme in via Dante Chiasserini a Milano sono ancora da accertare, ma non è escluso si tratti di un evento doloso. Ancora sul posto i Vigili del Fuoco, intervenuti nella notte di ieri con 13 mezzi.

15 ottobre 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
mASOUD, mercoledì 17 ottobre 2018 alle12:03 ha scritto: rispondi »

siamo sicuri non sia doloso?

Lascia un commento