Il Terranova, Newfoundland nella lingua madre, è un cane che deve il proprio nome all’omonima isola situata di fronte le coste canadesi, Canada che è quindi la sua nazione di origine. La razza è riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 2, quello dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri.

Selezione e aspetto del Terranova

Due sono le teorie secondo le quali questo bel cane sarebbe arrivato in Canada: la prima individua un suo progenitore nel Cane da Orso della Carelia portato sulle coste nord americane dal popolo Vichingo, la seconda invece sostiene che discenda dal Mastino Tibetano che sarebbe arrivato in Canada attraverso lo Stretto di Bering e l’Alaska al seguito delle popolazioni indiane.

È uno dei pochi casi nel quale ambo le teorie sono valide, è infatti più che probabile che i cani dei Vichinghi si siano incrociati con quelli degli indiani dando così vita all’antenato del Terranova.

Il Terranova è un cane di grande taglia la cui razza oggi è divisa in tre diverse varietà a seconda del colore del manto: il nero (il colore più comune), il marrone e il bianco con macchie nere.

Secondo lo standard della razza l’altezza ideale al garrese nel maschio deve essere di 71 cm circa, mentre nella femmina si scende a 66 cm. Il peso ideale è di 68 kg nei maschi e 54 kg nelle femmine.

È massiccio, ha una corporatura potente e muscolosa, nonostante la mole il Terranova è un cane molto coordinato nei movimenti. La testa è massiccia con cranio ampio, cupola arcuata e stop evidente ma non brusco. Il tartufo è grande ed è nero o marrone (rispetta di solito il colore del mantello).

Gli occhi sembrano piccoli rispetto al muso, distanziati, marrone scuro o neri. Le orecchie sono triangolari, relativamente piccole, attaccate all’indietro e aderenti. Il corpo ha un’ossatura massiccia con la coda che ha un’attaccatura forte e larga, pendente se il cane è fermo. Il mantello ha un doppio pelo resistente all’acqua, lungo, fitto e dritto.

Carattere e impieghi del Terranova

Dal punto di vista caratteriale è molto tenero, amichevole e mite, difficilmente reagisce con rabbia, a meno che non ci sia un reale pericolo per il proprietario; in questi casi è capace di far valere tutta la sua stazza e la sua potenza. È un cane in cui la dolcezza può essere considerata il carattere distintivo.

In origine veniva impiegato nella caccia, per il traino, per la pesca e anche come cane da guardia ai villaggi.

Oggi, oltre ad essere un ottimo cane da compagnia e da guardia, ha il suo impiego principale nello stare al fianco dei bagnini come cane da soccorso; brilla infatti per le sue capacità natatorie che lo hanno reso celebre in tutto il mondo.

Cura e alimentazione del Terranova

Il Terranova, viste le sue dimensioni maestose, richiede un’alimentazione considerevole ed equilibrata. È necessaria una dieta forte, ricca di proteine che lo aiutino a sopportare il proprio peso e bisogna far fare loro esercizio fisico in quantità giuste.

Tra le malattie congenite che possono colpirlo, troviamo la displasia del gomito e quella dell’anca, malformazioni articolari dovute a una scorretta crescita delle articolazioni. Particolare attenzione va posta nella cura quando è cucciolo, infatti è molto delicato in questa fase, diventa robusto solo da adulto.

Terranova: il prezzo

Il prezzo per portare a casa un cucciolo di Terranova è di circa 1.000€, affidandosi ad allevamento certificati che offrono solo cani di razza pura.

10 marzo 2014
Lascia un commento