Lo Skye Terrier è un cane che viene dalla Gran Bretagna, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 3, quello dei terriers per l’appunto.

Origini e storia dello Skye Terrier

Sulle origini di questa razza c’è molta incertezza, salvo che per la nazione di origine che è la Scozia per essere precisi, dubbi però al riguardo sono comunque presenti relativamente al fatto se sia originario della terra ferma o, più verosimilmente, dell’Isola Skye, dell’arcipelago scozzese, dalla quale avrebbe preso il nome.

A contribuire alla generale confusione circa lo storico della razza Skye Terrier il fatto che nel XVIII e XIX secolo lo stesso cane venisse chiamato con nomi differenti, solo per citarne alcuni:

  • Glasgow terrier;
  • Paisley terrier;
  • Fancy skye.

Aspetto e impieghi dello Skye Terrier

Dal punto di vista fisico ed estetico lo Skye Terrier è un cane di piccola taglia che si presenta con una lunghezza pari a due volte la sua altezza, arti bassi e testa lunga e potente, tutto il corpo è a pelo lungo e abbondante, fra i Terrier è uno dei più eleganti.

Le sue fattezze non devono però ingannare, i cani di questa razza risultano essere sorprendentemente agili ed è perfetto come cane da caccia in tana, molto bravo nel liberare i giardini dai roditori.

Carattere dello Skye Terrier

Il carattere deciso che lo contraddistingue rende difficile imporsi nei suoi confronti ma si lega in maniera quasi morbosa al proprio padrone, molto diffidente nei confronti degli estranei senza risultare mordace, può essere quindi impiegato anche come cane da guardia.

5 febbraio 2014
Lascia un commento