Il Segugio Italiano a pelo forte è una delle razze canine più anticamente introdotte in Italia, probabile il suo arrivo nel Bel Paese ai tempi degli scambi commerciali con i Fenici dell’Antico Egitto, razza riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista di sangue.

Aspetto del Segugio Italiano a pelo forte

La figura del Segugio Italiano a pelo forte risulta essere perfettamente simmetrica e armonica, una muscolatura discreta su un’ossatura ben sviluppata completano una figura dall’aspetto sostanzialmente e privo di grassi.

Il pelo ruvido è la caratteristica principale del manto, per il quale sono ammesse le colorazioni fulvo uniforme e nero focato, tollerata la presenza di bianco su: muso, cranio, petto, metatarsi e metacarpi.

Carattere e impieghi del Segugio Italiano a pelo forte

È un cane che acquistò rapidamente popolarità fra la gente, successo che è giunto fino ai giorni nostri, gli esemplari di questa razza risultano essere particolarmente adatti alla caccia al cinghiale e alla lepre, il Segugio Italiano a pelo forte è in grado di operare su qualsiasi terreno.

È considerato fra i cani da caccia migliori al mondo in quanto è resistente, veloce e in possesso di un olfatto che ha pochi eguali fra le altre razze canine.

Cane dal temperamento vivace e giocherellone, il Segugio Italiano a pelo forte supporta sempre il suo padrone nelle battute di caccia, prendendo anche iniziative di carattere esplorativo, è, infine, affettuoso e ubbidiente, caratteristiche, quest’ultime, che lo rendono, assieme al Segugio Italiano a pelo raso, la razza canina italiana più diffusa.

13 marzo 2014
Lascia un commento