Il Pastore Maremmano Abruzzese è una razza canina che viene, chiaramente, dall’Italia, più esattamente, come suggerisce il nome, dall’Appennino abruzzese, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 1, quello dei cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri).

Origini e aspetto del Pastore Maremmano Abruzzese

Questo cane sarebbe giunto in Italia dal Medio Oriente, è direttamente collegata ai grandi bianchi del Centro Europa. In passato era distinto nelle due diverse razze di Pastore Maremmano e Pastore Abruzzese. Entrambi i cani si assomigliavano molto ed erano utilizzati per condurre le greggi in Italia centrale.

Tuttavia nel 1951 si decise di unificare le due razze e, di lì a poco, venne redatto lo standard unico che di seguito viene illustrato.

È un cane di taglia grande, di aspetto rustico ma al tempo stesso maestoso e distinto. Ha un’altezza al garrese tra i 65 e 73 cm per i maschi, e tra i 60 – 68 cm per le femmine. Il peso può variare fra i 30 e 45 kg. La testa è ampia e piatta, il collo voluminoso e il tartufo è nero.

Gli occhi sono scuri e profondi e le orecchie piccole di forma a V. La coda ha un’attaccatura bassa ed è ricca di pelo. Il pelo è folto, lungo e un po’ ruvido al tatto. Unico colore ammesso dallo standard è il bianco; colore che, abbinato alla sua grande mole, trae facilmente in inganno i predatori (i lupi in particolare), contro i quali non ha problemi a misurarsi.

Carattere e impieghi del Pastore Maremmano Abruzzese

Il Pastore Maremmano Abruzzese è una cane molto fiero e di grande temperamento cosa che è facilmente riscontrabile durante l’addestramento, collabora ma non si sottomette ed è quindi inutile tentare di imporsi; con questa razza di cane i risultati migliori si ottengono spiegando le cose senza urlare. Orgoglio e fierezza fanno sì che non soffra in alcun modo la solitudine e la lontananza dal proprio padrone anche per lungo tempo.

Al padrone è comunque molto affezionato anche se ne non ama affatto atteggiamenti troppo affettuosi, odia le smancerie. Molto diffidente nei confronti degli estranei nei confronti dei quali, però, non è mai aggressivo salvo estrema necessità.

Non è adatto al ruolo di cane da compagnia perchè ha bisogno di ampi spazi: può adattarsi alla vita d’appartamento ma ama vivere all’aperto sia in estate che in inverno. Risulta essere invece un ottimo cane da guardia e da difesa per la famiglia e la proprietà in genere.

Salute del Pastore Maremmano Abruzzese

Essendo un cane rustico, capace di resistere alle malattie, al freddo e alle intemperie, il Pastore Maremmano Abruzzese non ha bisogno di particolari cure, oltre qualche spazzolata.

Nonostante la sua taglia, è infatti un cane molto longevo, può vivere oltre i 10 anni di età, proprio grazie alla sua resistenza naturale. Per quanto riguarda l’alimentazione, ha bisogno di una razione alimentare che oscilla tra i 600 ed i 700 g di alimento al giorno.

6 febbraio 2014
Lascia un commento