Cane da Pastore Catalano

Il Cane da Pastore Catalano viene dalla Spagna e deve il suo attuale nome a una necessità geo-politica, era un tempo infatti chiamato Pastore dei Pirenei Catalani ma, una volta stabilita con maggiore precisione la sua origine, si decise di levare dal nome la catena montuosa anche per distinguerlo meglio dal suo dirimpettaio il Pastore francese dei Pirenei.

La razza è riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 1, quello dei cani da pastore e bovari (escluso svizzeri), sin dal 1929.

Origini e aspetto del Pastore Catalano

È una razza autoctona della Catalogna, regione nella quale è molto diffuso a differenza delle altre dove la sua presenza è pressoché nulla.

Il Pastore Catalano è un cane di taglia media dalle ottime proporzioni con una struttura solida e robusta, ne esistono due varietà che si differenziano per la misura del pelo: lungo o corto.

Il colore del pelo, a prescindere dalla varietà, è unico con macchie più chiare sugli arti che possono essere: biscotto, sabbia o grigio.

Carattere e impieghi del Pastore Catalano

Si tratta di un cane di buon temperamento, vivace e intelligente in grado di svolgere più compiti, oltre che come cane pastore è infatti un eccellente cane da guardia e da compagnia, se ben abituato alla vita in famiglia.

Il fatto che lo si possa impiegare in diverse attività lo si spiega con due caratteristiche tipiche del Pastore Catalano: è un cane molto coraggioso e, tutto sommato, facile da addestrare.

9 marzo 2014
Lascia un commento