Il Pastore Bergamasco è una razza canina italiana che proviene, per l’appunto, dalle montagne bergamasche.
La razza è riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 1, quello dei Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri).
Dotato di un caratteristico manto a boccoli nero e grigio, nonostante il suo impiego primario fosse orientato alla sorveglianza delle greggi al pascolo, attualmente è molto apprezzato come cane da compagnia e da guardia.
Vediamo nel dettaglio tutte le caratteristiche e le informazioni utili sul Pastore Bergamasco:

Storia e aspetto del Pastore Bergamasco

Di origine molto antica, questa razza non è il frutto di una selezione operata dall’uomo, bensì è il risultato di un lungo isolamento che ha portato il Pastore Bergamasco intatto nell’aspetto e nelle caratteristiche principali fino ai giorni nostri.

È un cane di taglia medio-grande dall’aspetto rustico e molto caratteristico per la sua pelliccia ruvida, folta e abbondante su tutto il corpo. La testa è molto grande e voluminosa ed è completamente ricoperta di peli e solo il tartufo nero risalta in maniera evidente.

Il cranio è largo e grande, così come il muso. Gli occhi sono grandi e di colore scuro mentre le orecchie sono di forma triangolare e sono ricoperte di pelo più morbido ed ondulato rispetto al resto del corpo.

L’altezza al garrese è di circa 60 cm nei maschi e di 56 cm nelle femmine, mentre il peso va dai 32 ai 38 kg per i maschi e per le femmine oscilla tra i 26 ed i 32 kg.

Il mantello del Pastore Bergamasco è molto caratteristico e ha, come detto, un pelo lungo e ruvido di colore grigio uniforme con gradazioni che vanno dal grigio chiaro al grigio scuro.

Carattere e impieghi del Pastore Bergamasco

Si tratta di un cane dolce e affettuoso che con l’uomo instaura un rapporto molto stretto. Sin dall’antichità è stato utilizzato come cane da pastore per difendere, sorvegliare e guidare le greggi, nella guida e nella custodia degli ovini dimostra un comportamento esemplare quanto ad attenzione, riflessione ed equilibrio.

La sua intelligenza e la capacità di decidere, unite a moderazione e pazienza, ne fanno un ottimo cane da guardia e da compagnia. Inoltre, si rende utilissimo come ausilio della protezione civile nella ricerca di persone disperse nella valanghe.

Il Pastore Bergamasco è, come già visto, un cane rustico, per questo motivo si tratta di un animale che richiede pochissime cure da parte del proprietario.

Una particolare attenzione va posta soltanto al momento della formazione dei boccoli, quando è necessario districare il pelo con le mani per favorirne il loro naturale assembramento. Molto importante è non lavare più di due volte l’anno il cane: il grasso naturale del pelo si potrebbe sciogliere non proteggendo più l’animale.

Prezzo del Pastore Bergamasco

Il prezzo per l’acquisto di un pastore bergamasco -presso un allevamento certificato- oscilla fra i 350€ e i 700€.

23 febbraio 2014
Lascia un commento