L’Otterhound significa cacciatore di lontre e infatti questa razza è stata selezionata e impiegato proprio con questo scopo. È un cane che viene dalla Gran Bretagna ed è riconosciuto e classificato dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista si sangue.

Aspetto e carattere dell’Otterhound

L’Otterhound è un segugio, di grande taglia, forte e resistente. È capace di seguire il suo padrone nelle battute di caccia anche per lunghi giorni, anche su terreni misti terra-acqua.

Il suo carattere è gentile e amichevole, mentre la sua costituzione è robusta e solida, ben proporzionata e di giusti rapporti, con un altezza per i maschi di 67 cm al garrese e per le femmine di 60 cm al garrese. Il peso, invece, può variare da 30 a 55 kg.

Impieghi dell’Otterhound

Nel tempo, in Inghilterra, l’attività venatoria per la quale venne creato l’Otterhound è stata vietata, e si è quindi deciso che la razza venisse indirizzata verso altri tipi di cacciaggione, con l’obiettivo di evitarne l’estinzione.

Oggi, di conseguenza, viene impiegato per diversi tipi di caccia, ma può essere tranquillamente utilizzato anche come cane da compagnia.

In questo caso, però, si deve tener conto delle origini della specie, e che quindi l’Otterhound ha bisogno di molta attività fisica e motoria per non far perdere il tono alla sua muscolatura e tenerlo in allenamento.

12 maggio 2014
Lascia un commento