Mastino Belga

Il Mastino Belga è una razza di cane che viene, ovviamente, dal Belgio. A causa della quasi estinzione ha perso la classificazione da parte della F.C.I. e di altre federazioni, quindi, al momento, è una razza non riconosciuta, alcuni esperti allevatori stanno tentando il ripopolamento per arrivare a un nuovo riconoscimento.

Origini e aspetto del Mastino Belga

Si tratta di un cane dalle origini molto antiche, alcune testimonianze storiche lo segnalano presente assieme alle legioni romane.

Il Mastino Belga è un molosside di taglia media con una conformazione molto simile al Grande Bovaro Svizzero e al Rottweiler, secondo altri ricorderebbe molto il Bullenbeisser, razza ormai estinta.

Si tratta di un cane robusto e molto muscoloso, soprattutto sugli arti posteriori. le somiglainze di cui sopra sono dimostrata da una testa grossa che ha un cranio molto largo e ben sviluppato, il muso è invece, tutto sommato, corto, così come il collo che è grosso, quasi taurino.

Nell’insieme il Mastino Belga risulta un cane massiccio, con un’altezza al garrese che può arrivare fino a 70 cm e un peso minimo che nei maschi è di 50 Kg mentre per le femmine di 45 Kg.

Il pelo è corto e duro, non esistendo uno standard non è possibile indicare un colore, anche se quelli scuri sono preferiti.

Carattere e impieghi del Mastino Belga

Data la possanza fisica che contraddistingue il Mastino Belga, l’impiego principale è quello di cane da traino per carretti carichi, è in grado di trasportare carichi fino a 300 Kg.

È un animale che dà buoni risultati anche impiegato come cane da guardia, necessita di fare molto movimento quotidiano, poiché per struttura e costituzione tende ad appesantirsi.

26 marzo 2014
Lascia un commento