Il Levriero Polacco, nella lingua originale Chart Polski, è una razza di cane che viene della Polonia, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 10, quello dei levrieri, per l’appunto.

Storia e aspetto del Levriero Polacco

Il primo documento ufficiale che attesta l’esistenza di questi cani è del XIII secolo.

Il cane è stato selezionato in quello che era il Regno di Polonia, come detto, sin dal XIII secolo incrociando cani locali da cani importati dalla Persia attraverso le rotte commerciali di terra che mettevano la Polonia in comunicazione con l’Oriente lungo il bassopiano sarmatico, a confermare questa tesi la presenza nel suo sangue di Saluki.

Animale di grande taglia, il Levriero Polacco si discosta in modo abbastanza netto dagli altri levrieri a pelo corto, è infatti molto più forte e ha un apsetto meolto meno aggraziato e fine.

Come gli altri levrieri è invcece dotato di grande velocità e buona resistenza.

Carattere e impieghi

Questa razza è stata selezionata per la caccia alla lepre, alla volpe e all’otarda. In azione reagisce rapidamente, grazie al suo carattere riservato, molto determinato e testardo.

In Italia l’attività venatoria con cani levrieri è vietata, quindi nel nostro Paese viene solitamente impiegato come cane da compagnia, perfetto con i bambini, per i concorsi di esposizione canina o, ancora, nella corsa nei cinodromi.

In ambiente familiare è invece amichevole e dolce.

12 maggio 2014
Lascia un commento