Il Levesque è una razza canina che viene dalla Francia. Inizialmente riconosciuto e classificato dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista di sangue, classificazione che fu poi ritirata dai francesi stessi perché ritennero che, tutt’al più, questo cane poteva essere considerato una variante del Gascon Saintongeois.

Selezione e apsetto del Levesque

La razza è nata dagli incroci condotti da appassionati cacciatori locali partendo da segugi come il Saintongeois. La razza prende il nome di Richard Levesque il quale, intorno al 1780, portò a termine la selezione.

Il Levesque riscosse molto successo nel territorio nazionale, oggi la situazione è totalmente capovolta, la mancanza di uno standard e il relativo riconsocimento da parte della F.C.I. ha fatto sì che ne siano rimasti pochissimi esemplari, tanto che la razza è al limite dell’estinzione.

È un cane di taglia grande, distinto e potente, grazie ad una buona muscolatura, sviluppata e ben evidente. Ha un’altezza al garrese di 65 – 73 cm. Oltre agli arti lunghi è caratterizzato da un pelo corto e denso, di colore bianco con grandi macchie nere talvolta tendenti a riflessi di colore violacei. Proprio grazie al fitto mantello resiste a qualsiasi temperatura e e condizione atmosferica.

Carattere e impieghi del Levesque

Particolarmente adatto alla caccia al cervo, quando operava in muta non mancava mai il bersaglio, grazie a una resistenza eccezionale e alla capacità di adattarsi a qualsiasi terreno e alle condizioni climatiche più avverse. È un cane molto allegro ed energico, si affeziona facilmente all’uomo.

29 marzo 2014
Lascia un commento