Il Kooikerhondje è un cane di antiche origini olandesi classificato recentemente (nel 1966) nel Gruppo 8 della F.C.I. come cane da riporto, cane da cerca e cane da acqua, in quanto risulta essere uno specialista nella caccia alla selvaggina acquatica, ai topi ed ai roditori.

Storia e aspetto del Kooikerhondje

All’epoca del suo riconoscimento, date le sue piccole dimensioni, venne inserito tra i cani da compagnia (Gruppo 9) ma, poiché si tratta di una razza praticamente sconosciuta al di fuori dell’Olanda, è stato deciso il cambio di Gruppo di assegnazione, dal 9 all’attuale 8, come sopra detto.

È un cane di taglia piccola ed ha un’altezza al garrese di 35 – 40 cm. Il pelo, di media lunghezza, liscio e leggermente ondulato, con sottopelo folto, è di colore bianco con macchie di colore arancione-rosso. Non ammesso il manto tricolore. La coda è orizzontale e mai arrotolata mentre le orecchie sono di dimensioni medie e pendenti.

Ha un’aspettativa di vita media di circa 12 – 14 anni, non necessita di particolari cure e toelettature, tuttavia è soggetto ad una serie di malattie ereditarie quali: lussazione della rotula, cataratta e la malattia di Von Willebrand che è un disturbo della coagulazione.

Carattere e impieghi del Kooikerhondje

Il Kooikerhondje è un piccolo cane da caccia, con una corporatura longilinea, agile e muscoloso, dall’aspetto ben proporzionato con il cranio bombato ed il muso stretto. Il tartufo ha narici aperte ed è sempre di colore nero.

È particolarmente autonomo e vive benissimo anche in casa, vivace e giocherellone è considerato anche un buon cane da compagnia, come da vecchia classificazione. Ha un carattere allegro e sveglio, è molto intelligente e si adatta facilmente alla vita in famiglia.

28 febbraio 2014
Lascia un commento