L’Hovawart, è una razza canina che viene dalla Germania, più precisamente è originaria della regione della Foresta Nera. Si tratta di una specie che ha ottenuto riconoscimento e classificazione piuttosto recentemente, era infatti il 1936 quanto l’F.C.I. lo assegnò al proprio Gruppo 2, quello dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoide e cani bovari svizzeri.

Selezione e aspetto dell’Hovawart

Nel periodo successivo la Prima Guerra Mondiale la razza rischiò seriamente l’estinzione. Venne successivamente recuperata e rivalutata dallo scienziato e appassionato cinofilo K.F. Konig.

La razza venne nuovamente selezionata in maniera coerente a partire dal 1922 partendo da cani ritenuti simili all’Hovawart medioevale. Per la selezione furono utilizzati anche dei Terranova, dei Leonberger, dei Rottweiler, dei Pastori Tedeschi e perfino dei San Bernardo.

L’Hovawart è un cane di taglia medio – grande. I maschi sono alti dai 60 ai 70 cm, le femmine 55-60; il peso maschile è intorno ai 30-40 chilogrammi, quello femminile ai 25-35. La testa è forte, dotata di un’ampia e convessa fronte; la dentatura è a forbice e le orecchie a forma di triangolo e ricadono sull’orifizio uditivo.

La coda è molto pelosa e arriva fino al garretto; il pelo è folto, lungo, un po’ arricciato; il mantello è di colore nero, nero-macchiato, biondo scuro. I suoi occhi, il naso e le unghie seguono il colore del mantello.

Carattere e impieghi dell’Hovawart

Ha un carattere molto equilibrato ed è un cane che, se ben allevato, non ha problemi ad adattarsi alla vita familiare, famiglia verso la quale sa mostrarsi particolarmente affettuoso, vigile e protettivo, risulta essere molto paziente nei confronti dei bambini, questi aspetti ne fanno anche un buon cane da compagnia.

Sempre in ambito familiare è bene ricordare che l’unica attenzione da avere nei confronti dell’Hovawart è quella di non abbandonarlo per lunghi periodi da solo, è un cane che necessita infatti di condividere praticamente tutto con il branco umano. Di solito non ha problemi nel convivere con altri animali eventualmente presenti in casa.

Il suo nome significa guardiano di corte (Wart=guardiano e Hova= corte/casa) e il suo impiego principale è, infatti, proprio quello di cane da guardia.

Quella dell’Hovawart è una razza particolarmente robusta che si presta bene anche ad altri utilizzi, oltre a quello di guardiano instancabile, perfetto per la proprietà. Viene, infatti, impiegato anche come:

  • cane da difesa;
  • nel servizio civile;
  • per la ricerca di persone;
  • cane guida per ciechi;
  • per controlli antidroga e uso militare.

Salute e cura dell’Hovawart

È una razza decisamente sana. L’Hovawart non soffre di patologie comuni e nemmeno di malattie ereditarie, anche la displasia dell’anca, di cui la razza potrebbe soffrire per conformazione, è molto rara.

Ha bisogno di un’adeguata attività fisica e psichica. La sua duttilità fa sì che non ci siano attività che non possa svolgere con profitto.

5 febbraio 2014
Lascia un commento