Il Segugio di Halden, Haldenstövare nella lingua della sua nazione di origine, la Norvegia, è una razza canina riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista di sangue.

Selezione e aspetto dell’Haldenstövare

Hans Larsen Bisseberg cominciò ad allevare l’Haldenstövare nel 1860. Inizialmente questa razza era chiamata Bisseberghund e successivamente ricevette numerosi appellativi, tra cui il più noto Ankerstover. Il nome che ha oggi apparve per la volta nel 1938.

All’attuale aspetto della razza si è arrivati attraverso il provabile incrocio con il Beagle Harrier e il Foxhound Inglese.

A livello di diffusione, questa razza può trovarsi in maniera modesta solo nel suo paese d’origine, più esattamente nella contea di Ostfold, risulta pressoché sconosciuta al di fuori dei confini norvegesi dove sono molto più apprezzati, peraltro, l’Hygen e il Dunker.

Gli esemplari di questa razza sono cani di taglia media, la figura del Segugio di Halden è inscrivibile in un rettangolo. Risulta essere un cane molto ben proporzionato, in possesso di una struttura muscolo-scheletrica solida e robusta ma non pesante.

Carattere e impieghi dell’Haldenstövare

L’Haldenstövare è impiegato soprattutto come cane da caccia, ma non in muta, lo si preferisce da solo. In ambito venatorio è specializzato solo per un tipo di selvaggina. È anche un ottimo cane da traccia, infatti i suoi sensi sono molto sviluppati e capaci di seguire o individuare odori anche impercettibili ai sensi umani.

Il Segugio di Halden risulta essere un cane molto intelligente e quindi è facile da addestrare. È in grado di lavorare anche con condizioni climatiche avverse, lavora molto bene anche con la neve. In generale si può dire che è dotato di un ottimo carattere e si fa apprezzare per la dedizione che mette nel lavoro.

4 maggio 2014
Lascia un commento