Quella del Griffon Nivernais è una razza di cane che nel corso del tempo ha avuto alti e bassi. Attualmente è riconosciuta e classificata dalla F.C.I. come segugi e cani per pista di sangue (Gruppo 6).

Storia e selezione del Griffon Nivernais

Originariamente questa razza nacque come cane da compagnia per i nobili delle casate di Francia, ed erano spesso scelti per la caccia al lupo e al cinghiale.

Al termine della Rivoluzione Francese, però, il Griffon Nivernais era praticamente estinto e i suoi caratteri furono poi successivamente ricostruiti in epoca moderna, con una dimensione leggermente inferiore a quella dei suoi progenitori.

La ricostruzione della razza è stata portata a termine sulla base del Grand Griffon Vandéen, incrociando anche altre razze, quali l’Otterhound e il Foxhound.

Aspetto del Griffon Nivernais

Si tratta di un cane di medie dimensioni, il corpo è più lungo rispetto alla maggior parte dei cani da caccia francesi ed è pensato più per avere una lunga resistenza che per la velocità.

Il mantello è abbastanza lungo e duro al tatto, normalmente di colore grigio o fulvo nelle varie nuances, con focature.

Carattere e impieghi del Griffon Nivernais

È un cane ostinato, combattivo e vispo, affronta le fatiche con grinta senza mai abbattersi e senza mai lasciare il suo compito a metà. È molto attento e veloce durante la caccia: corre dietro le sue prede con forza e abilità e non se le lascia mai sfuggire.

Pur essendo così grintoso, sa essere anche molto dolce, gentile e amorevole con il suo padrone. È un ottimo cane da guardia pronto ad avvisare il proprio padrone qualora percepisca che una persona a lui estranea possa essere pericolosa.

21 marzo 2014
Lascia un commento