Il Grand Gascogne Saintongeois è una razza canina che viene dalla Francia, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista di sangue.

Selezione e aspetto del Grand Gascogne Saintongeois

Sulle origini del Grand Gascogne-Saintongeois non si sa molto oltre la nazione di provenienza che è, come detto, la Francia. Per trovare documenti ufficiali che ne attestano in qualche modo l’esistenza bisogna aspettare il XIX secolo quando alcune carte testimoniano l’impiego, da parte dei nobili, di questi cani nella caccia al cervo.

Dopo vari incroci il Grand Gascogne-Saintongeois è stata riconosciuta come razza canina nel 1863, è quindi relativamente giovane.

Gli esemplari che appartengono a questa razza sono cani di taglia medio-grande, fisicamente si presentano con linee molto eleganti con una testa e un muso lunghi, così come lunghe sono le orecchie, torace molto ampio sostenuto da arti particolarmente robusti che rendono il Grand Gascogne-Saintongeois il fenomenale segugio che è. Ha, nell’insieme, un aspetto dolce.

Carattere e impieghi del Grand Gascogne Saintongeois

Rapidità e intraprendenza aiutano ulteriormente a spiegare il perché sia così portato come cane da caccia e per l’attività venatoria in generale, doti da segugio ben supportate da un’ottima capacità di apprendimento.

Il Grand Gascogne Saintongeois è un cane molto serio sul proprio lavoro, eccelle se impiegato in muta, brilla quando si trova all’inseguimento della preda. Fa di tutto per compiacere il proprio padrone.

5 febbraio 2014
Lascia un commento