Il Dogo Canario o Cane delle Canarie è una razza originario delle Isole di Tenerife e Gran Canaria, in Spagna, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 2, quello dei cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri.

Selezione e aspetto del Dogo Canario

Si tratta di una razza di cane di tipo molossoide, nata da un incrocio tra il Majorero e un molossoide portato nell’arcipelago, l’aspetto finale è molto simile a quello dell’Alano Spagnolo. Furono queste le origini del Dogo Canario, cane di taglia media, robusto e agile al tempo stesso, e molto forte.

Inizialmente veniva impiegato sopratutto come cane da guardia e da pastore, in particolare per i capi da macello, successivamente, purtroppo per loro, gli esemplari di questa razza vennero impiegati per i combattimenti fra cani, fino ad arrivare, nel 1960, anno nel quale il Dogo Canario rischiò l’estinzione e i combattimenti vennero dichiarati fuori legge.

La decisione salvò provabilmente la razza e, a oggi, ne esistono un buon numero di esemplari dalla struttura compatta ed equilibrata. La testa si presenta grande, robusta, energica. Il dorso è forzuto, potente e risale sulla groppa.

Il muso è squadrato e ben ampio. Il petto è molto esteso con grossa muscolatura. Gli arti sono resistenti, di ottima ossatura. Il pelo è corto e duro, la pelle un po’ lassa. I colori più comuni sono il fulvo, il tigrato, ed il nero con qualche macchia bianca. Solitamente un maschio è alto circa 60-65 cm, mentre le femmine variano dai 56 ai 61 cm di altezza. Il peso è di circa 50 kg nei maschi e 40 kg nelle femmine.

Carattere, impieghi e salute del Dogo Canario

È sicuramente un cane adatto alla vita all’aria aperta e difficilmente si abitua alla vita d’appartamento. Questa razza si presenta apparentemente calma e sicura di sè, molto vigile e attento è particolarmente legato al proprio padrone, per questo risulta essere un buon cane da guardia.

Mansueto e docile in famiglia ma diffidente con gli estranei, per mole e carattere è bene che il padrone sia una persona di polso e che venga adeguatamente educato fin da cucciolo.

La razza è soggetta alla displasia dell’anca, ma può patire anche la lussazione della rotula, la rogna demodettica, problemi di epilessia e cisti cutanee. Ha un’aspettativa di vita che varia fra gli 8 e i 12 anni.

3 maggio 2014
I vostri commenti
Anna, lunedì 7 settembre 2015 alle13:02 ha scritto: rispondi »

Io ho un Dogo Sardo. Una femmina bellissima di 12 mesi. Un mese fa sono iniziati i dolori al bacino. Le radiografie dicono che c'è la displasia all'anca destra, in una fase medio seria, alla sinistra lieve. Però probabilmente ha avuto anche la Richeziosi, che stiamo curando con antibiotici, che può aver aggravato i sintomi. Qualcuno di voi ha un cane simile?? esperienza da condividere?

Lascia un commento