Il Danish-Svedish Farm Dog (trad: Cane da fattoria Danese-Svedese) viene, come suggerisce il nome, dalla Svezia e dalla Danimarca, gode infatti di doppia nazionalità. Questa razza è riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 2, quello dei Cani di tipo Pinscher e Dobermann, Molossoidi e Cani Bovari svizzeri.

Storia e aspetto del Danish-Svedish Farm Dog

La doppia nazionalità di cui gode il Cane da fattoria Danese-Svedese è dovuta alla particolare storia che ha portato al salvataggio dall’estinzione di questa razza molto simile al Jack Russell Terrier.

Le diverse condizione economiche e il relativo abbandono delle campagne nei Paesi del Mar Baltico, dove il Danish-Svedish Farm Dog era ed è oggi molto diffuso, avevano avvicino molto questo cane alla sparizione, evitata solo grazie all’impegno comune degli allevatori di Danimarca e Svezia supportati dai rispettivi club nazionali.

Per definire lo standard sono stati impiegati pochi esemplari rimasti nelle fattorie, da questi si sono recuperati tutti i caratteri fino ad arrivare alla sopra citata classificazione nel 1987, non sono stati effettuati incroci di alcun tipo, questo fa del Cane da fattoria Danese-Svedese un cane autoctono a tutti gli effetti.

Si tratta di un cane di piccola taglia, dal corpo compatto e robusto, con la testa triangolare e il cranio arrotondato. Il tartufo si assottiglia ma non diventa a punta. Il Danish-Svedish Farm Dog è molto forte sugli arti, soprattutto quelli posteriori.

Il corpo è ricoperto da un pelo corto e liscio per la cui colorazione lo standard prevede il bianco come coloro di sfondo con macchie che possono essere nere, color fuoco, marrone o fulvo.

Carattere e impieghi del Danish-Svedish Farm Dog

Gli esemplari di questa razza hanno un carattere piacevole, sanno essere molto affettuoso sia con il padrone che con la di lui famiglia, è un gran giocherellone con i bambini e, in generale, il Danish-Svedish Farm Dog non è mai aggressivo.

Tutte queste caratteristiche ne fanno un ottimo cane da compagnia ma, storicamente, l’impiego principale per il quale al quale è sempre stato destinato è quello di cane da guardia per le fattorie, impiego svolto in maniera egregia grazie al suo temperamento attento e vigile, si distingue, inoltre, nella caccia ai topi e verso altri roditori.

28 novembre 2014
Lascia un commento