Il Cesky Terrier (Terrier Boemo) è una razza recentemente riconosciuta ed è il risultato dell’incrocio di due razze, la Scottish terrier e la Sealyham Terrier. È classificato e riconosciuto dalla F.C.I, sin dal 1973, nel Gruppo 3, quello dei terriers per l’appunto.

L’obiettivo che voleva raggiungere il suo allevatore, František Horák, era di creare un terrier da caccia leggero, basso sugli arti, ben pigmentato, facile da educare e che si adattasse facilmente ai boschi della Boemia.

Aspetto del Cesky Terrier

Il cane è di piccola taglia; ha le zampe corte e il corpo di media lunghezza proprio come i suoi progenitori. È caratterizzata dalla forma della testa allungata, con barba, baffi e sopracciglia folti.

Ha le orecchie triangolari che pendono aderenti lungo le guance; gli occhi sono infossati, piccoli e di colore marrone per quella varietà di cani con il manto grigio-blu, e di colore giallo nei cani con tonalità marrone. Il tartufo è generalmente nero; la coda è lunga circa 20cm portata bassa quando il cane è a riposo; il pelo è ondulato ed è facile da toelettare.

Carattere e impiego del Cesky Terrier

Il Cesky Terrier, nonostante sia un cacciatore agguerrito fin tanto che non cattura la preda, ha un carattere buono e gentile; è rispettoso e paziente. In origine era considerato un ottimo cane cacciatore di animali selvatici in tana, in particolar modo nemico dei topi.

Oggi è un affabile cane da compagnia, protettivo e compagno di giochi dei bambini oltre che guardiano dell’appartamento.

6 marzo 2014
Lascia un commento