Il Bracco Ungherese a pelo corto è più semplicemente conosciuto, nella sua terra di natia, l’Ungheria, con il nome di Vizsla, si tratta di un cane le cui origini si perdono lontano nel tempo e sulle quali non è giunta a noi praticamente alcuna documentazione. È classificato dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 7, quello dei cani da ferma.

Selezione e aspetto del Bracco Ungherese a pelo corto

L’ipotesi più accreditata indica il suo progenitore nel cane che accompagnò, nella loro migrazione verso occidente, le popolazioni indoeuropee fino alle regioni bagnate dal Danubio.

Nella attuale selezione sono state individuate tracce della presenza del Segugio di Pannonia (da cui ha preso le lunghe orecchie e il colore del mantello) e del Cane Giallo turco.

Il Vizla è molto conosciuto e diffuso in Ungheria ma anche negli Stati Uniti e vanta una discreta presenza anche in Italia, nell’aspetto ricorda lontamente il Kurzhaar, la varietà a pelo corto del cane da ferma tedesco.

Il Bracco Ungherese a pelo corto è un cane di taglia media di costituzione leggera ma, nel contempo, molto robusto e dotato di una buona muscolatura, proporzionato ed elegante.

Il corpo è ricoperto da un pelo corto, dritto e ruvido per il quale sono ammesse le colorazioni fulvo e sabbia sulle quali sono ammesse piccole macchie bianche su piedi e petto.

Carattere e impieghi del Bracco Ungherese a pelo corto

Gli esemplari di questa razza sono cani molto equilibrati, intelligenti e calmi, dotati di discreta capacità nell’apprendimento. Nell’attività venatoria il Vizla risulta essere rapido nei movimenti e nella corsa.

Come cane da caccia lo si può impiegare per più prede e su tutti i tipi di terreno, per questo motivo è un animale molto apprezzato fra i cacciatori, a completare le sue doti di cacciatore si segnalano un ottimo olfatto e una grande capacità da riportatore.

L’essere affettuoso e molto attaccato al proprio padrone lo rende anche un buon cane da compagnia anche se, in caso lo si preferisca per questo impiego, bisogna ricordarsi che necessita di svolgere parecchia attività fisica.

8 marzo 2014
Lascia un commento