Bracco Dupuy

Il Bracco Dupuy viene dalla Francia, sulle sue origini non ci sono però molte altre informazioni. A oggi, gli esemplari di questa razza sono molto rari ma, nonostante questo, il cane è ancora riconosciuto e assegnato dalla F.C.I. nel Gruppo 7 della propria classificazione, quello dei cani da ferma.

Ipotesi, selezione e storia del Bracco Dupuy

Come detto, le origini non sono chiare ed esistono differenti ipotesi ​che provano a spiegare come questa razza sia stata creata, nessuna, al momento, risulta più valida di altre.

Ne esiste comunque una più comunemente in voga fra gli studiosi: il periodo storico di nascita la fine del Settecento, quando l’ideatore della razza, Pierre Dupuy, accoppiò una femmina di Bracco con un maschio di una razza locale non identificata.​

In questo modo vennero ​presentati al mondo i primi esemplari nel 1810​ e ​successivamente ​si procedette all’​accoppi​amento dei primi esemplari con dei Bracchi del P​oitou e con il Pointer Inglese​.

Dopo lunghe e attente selezioni riuscirono a fissare i caratteri somatici del Bracco Dupuy.

​Di certo sappiamo che ​nei primi anni del N​ovecento​ il Bracco Dupuy era molto diffus​o​ nel suo Paese d’origine, ma​ intorno ​al periodo della Seconda Guerra Mondiale la razza divenne praticamente introvabile fino a rischiare l’estinzione.

Nonostante il lavoro per il recupero anche ai giorni nostri gli esemplari di questa razza ​risultano abbastanza rari.

Aspetto del Bracco Dupuy

Si tratta di un cane di taglia medio-grande, di eccellente struttura e costruzione. Le dimensioni standard sono per i maschi da 67 a 68 cm al garrese, mentre ​per le femmine ​ sono​ da 65 a 66 cm al garrese.

I maschi di Bracco Dupuy hanno un aspetto leggermente più asciutto di quello delle femmine.

Carattere e impieghi del Bracco Dupuy

È un cane che brilla per intelligenza e per questo molto facile da addestrare, è in possesso di un carattere affettuoso e si mostra molto legato al suo padrone e alla di lui famiglia.

Selezionato come cane da caccia risulta essere un ottimo cane da ferma dal buon temperamento eccellente, in grado di lavorare​ su ogni tipo di terreno e con ogni condizione climatica.

Non essendo molto diffuso, per l’attività venatoria vengono però oggi preferite al Bracco Dupuy altre razze, quindi l’impiego principale al quale vengono destinati i pochi esemplari esistenti è quello di cane da compagnia, data la sua innata predisposizione a non abbandonare mai il padrone.

16 maggio 2014
Lascia un commento