Il Bracco di Burgos, o Perdiguero de Burgos nella lingua madre, è un’antica razza canina che viene dalla Spagna. Riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 7, quello dei cani da ferma.

Storia e aspetto del Bracco di Burgos

Morfologicamente, le sue origine sono paragonabili a quelle del Bracco Italiano. In epoca rinascimentale era molto popolare ed era apprezzato dalle famiglie benestanti e dai nobili, tanto da diffondersi in modo sensibili in diverse regioni d’Europa. Tuttavia il Bracco di Burgos ebbe un declino nel diciannovesimo secolo, per passare poi successivamente per una nuova rivalutazione e quindi una nuova diffusione.

Gli esemplari di Bracco di Burgos sono cani di taglia è media, morfologicamente è classificato, ovviamente, come tipo Braccoide. Si tratta di un cane di ottima costruzione, perfetto nelle proporzioni di testa e tronco, robusto e solido grazie a una buona struttura muscolo-scheletrica.

I colori ammessi sono il bianco, che solitamente predomina, con macchie o macchiettature di color fegato. In alternativa esiste la variante con questo colore più o meno scuro, macchiettato di bianco.

Carattere e impieghi del Bracco di Burgos

Il Bracco di Burgos è da sempre impiegato come cane da caccia, grazie alla sua ottima resistenza nel lavoro. Nello specifico è in grado di lavorare su ogni tipo di terreno e possiede un senso dell’olfatto estremamente sviluppato grazie al quale segue e individua rapidamente la preda.

Si tratta di un cane molto intelligente, il cui addestramento risulta facile e relativamente rapido.

16 maggio 2014
Lascia un commento