Il Bovaro di Roulers è una razza canina proveniente dal Belgio, che al momento la F.C.I. non riconosce in quanto prossima ormai all’estinzione.

Storia e aspetto del Bovaro di Roulers

Come per il Bovaro della Fiandre si pensa che l’origine del Bovaro di Roulers, o Bovaro tipo Moerman, provenga dall’incrocio fra un Griffone Korthals e un Berger de la Beauce, ma non vi è nulla di certo.

Una delle principali problematiche del Bovaro di Roulers è che per questa razza non c’è mai stato un contributo al mantenimento e allo sviluppo dei caratteri, cosa che ha sancito la mancanza di uno standard e la conseguente sparizione, pressoché totale, di questi cani.

Nonostante la mancanza di classificazione è comunque possibile descrivere l’aspetto di questo Bovaro di taglia media che è in realtà molto più simile esteticamente a un Molosso. Il Bovaro di Roulers è un cane massiccio, caratterizzato da un collo molto corto. Anche senza studio e ricerca che ne hanno definito la struttura, è un cane in possesso di un’ottima supporto muscolo-scheletrico, molto forte sugli arti anteriori.

Gli esemplari maschi possono raggiungere un’altezza al garrese che va dai 60 a 70 cm, le femmine sono, in maniera proporzionale, più piccole.

La coda è di solito appuntita. L’intero corpo è ricoperto da un pelo duro e arruffato, solitamente nero con macchie grigie oppure azzurro scuro, ovviamente sono indicazioni non definite da uno standard.

Carattere e impieghi del Bovaro di Roulers

Si tratta di un cane molto coraggioso che analizza ogni situazione, non ha mai paura e non si tira mai indietro in situazioni di pericolo. Il Bovaro di Roulers sa anche essere molto affettuoso e intelligente, non è però il classico cane da compagnia.

L’impiego principale per il quale fu creato era quello di cane da pastore, il carattere lo rende adatto anche a impieghi come cane da guardia, dato il grande coraggio di cui è in possesso.

14 aprile 2014
Lascia un commento