Il Bovaro del Bernese (Sennenhunde, nella lingua originale) è una razza che viene dalla Svizzera, più precisamente dal Cantone di Berna, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 2, quello dei cani di tipo pinscher schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri.

Origini e aspetto del Bovaro del Bernese

Si tratta di un molossoide di grande taglia. Le origini del Bovaro del Bernese sono molto antiche, secondo alcuni esperti sarebbe una razza autoctona della Confederezione Elvetica, per altri invece sarebbe qui giunto al seguito delle legioni romane e avrebbe avuto un percorso selettivo con altre razze locali.

Probabilmente è uno dei progenitori del Cane di San Bernardo e forse anche del Rottweiler.

Alla fine degli anni ’40 viene incrociato con dei Terranova per meglio stabilizzarne le caratteristiche. Dopo aver rischiato l’estinzione, la razza è stata recuperata e nuovamente impiegata per il lavoro, in particolare come cane da pastore.

Si tratta di un cane ben proporzionato e armonioso, di costituzione solida e robusta. Gli esemplari maschi raggiungono i 70 cm al garrese e un peso di oltre 40 kg mentre le femmine hanno un’altezza che va dai 58 a 66 cm al garrese e un peso variabile tra i 40 e i 50 kg.

Ha un tronco corto con petto ben aperto, dorso dritto e forte e un’accentuato sviluppo degli arti posteriori. Testa e muso sono robusti, con stop marcato e tartufo nero.

Gli occhi sono bruno scuro, grandi e a forma di mandorla. La coda cade fino al tarso per poi fare una breve risalita. Il pelo è liscio, folto, denso e, come detto, lungo; lo standard prevede una colorazione tricolore: nero, marrone e bianco. Il nero è il colore di fondo, il bianco fa la presenza sul muso, sul petto, sui piedi e talvolta anche sulla punta della coda, mentre il marrone lo si ritrova in parte sul muso e sulle gambe.

Carattere e impieghi del Bovaro del Bernese

Esuberante e affettuoso, diffidente con gli estranei ma mai inutilmente aggressivo e soprattutto paziente e protettivo con i bambini, in tempi antichi e appena recuperata questa veniva principalmente impiegata, come detto, cane da mandria, oggi è invece considerato un cane da guardia, da difesa e anche come cane da compagnia.

Ha la tendenza a scegliere due membri della famiglia come capi branco. Purtroppo questo tipo di cane ha una vita piuttosto breve (circa 7-8 anni) a causa di diversi tipi di problematiche articolari, quali la displasia dell’anca e del gomito.

28 febbraio 2014
Lascia un commento