Levriero Russo

Il Levriero Russo (Barzoi o Borzoi nella lingua nativa) è una razza di cane dalle origini molto antiche, si tratta, ovviamente, di cani levrieri classificati nel Gruppo 10 della F.C.I. che provengono, altrettanto ovviamente, dalla Russia.

Storia e aspetto del Levriero Russo

Sarebbero giunti in Russia addirittura dall’Egitto attraverso il Mar Nero e un naturale processo selettivo, nel tempo, ha fatto sì che gli esemplari di Borzoi si adattassero alle condizioni climatiche del tutto differenti fra le due nazioni.

Nei territori dell’ex Unione Sovietica era, anticamente, principalmente impiegato per aiutare l’uomo nel combattere i lupi o nella caccia a lepre o volpe.

È un cane di grande taglia che ha nell’altezza una delle sue caratteristiche fisiche principali, il Borzoi è infatti in possesso di arti molto lunghi che aiutano a slanciare ulteriormente la sua figura che, nel complesso, risulta molto elegante e ben proporzionata.

Il Borzoi presenta un pelo lungo particolarmente folto attorno al collo, le colorazioni ammesse dallo standard sono: bianco, oro, oro argento, oro ombrato, fuoco ombrato di nero, ammesse ma non gradite macchie focate.

Carattere e impieghi del Leviero Russo

Dal punto di vista caratteriale brilla per calma e autocontrollo, dotato di suffiente intelligenza.

Il Levriero Russo è un cane resistente e coraggioso, il suo impiego principale oggi è quello di cane da guardia anche se ma non manca, in molti paesi dell’Est europeo, la sua presenza in battute di caccia grossa, è una razza infatti selezionata come cane da caccia ai lupi.

27 febbraio 2014
Lascia un commento