Il Tsvetnaya Bolonka, conosciuto più semplicemente come Bolonka, è una razza canina che viene dalla Russia, al momento non riconosciuta dalla F.C.I. né da altra federazione.

Origini e selezione del Bolonka

La mancata classificazione dipende anche, fra le altre cose, che gli esemplari di questa razza sono stati considerati, per molto tempo, come fossero appartenenti al Cane Bolognese italiano.

In realtà la selezione di questo cane russo è molto diversa dalla razza italiana, il Bolonka nasca infatti dall’incrocio fra ibridi di Lhasa-Apso, Barbone Toy, Shi-Tzu, Bichon Frisé e Pechinese, oltre a cani meticci originari di Mosca e San Pietroburgo.

Aspetto del Bolonka

Pur non esistendo uno standard ufficiale è possibile fornire alcune indicazioni su quelle che sono le caratteristiche principali del Bolonka Tsvetnaya.

Si tratta di un animale di piccola taglia il cui manto presenta una grande varietà di colori, fra questi i più frequenti sono: crema, beige, marrone, arancione, nero, grigio/bianco e nero/grigio, per tutte queste tonalità è possibile trovare vari tipi di sfumatura, la presenza di troppo bianco non è gradita.

Il mantello risulta essere soffice e morbide con un pelo ondeggiato.

Carattere e impieghi del Bolonka

Gli esemplari di questa razza sono sempre felici e molto attivi, ciò nonostante il Bolonka è un cane facilmente gestibile e risultano eccezionali cani da compagnia sia per i bambini che per gli adulti.

È un cane mansueto e per nulla aggressivo, ma è in grado di allertarsi in caso di pericolo imminente.

31 agosto 2016
Lascia un commento