Il Berger de la Brie o Pastore di Brie è una razza di cani da pastore (Gruppo 1 – F.C.I.), per l’appunto, proveniente dalla omonima regione della Francia, nazione nella quale sono state trovate tracce di un suo pro genitore risalenti, addirittura, al XII secolo.

Storia e selezione del Berger de la Brie

Ha una storia che fin oltre la metà del diciannovesimo secolo è coincisa con quella di un altro cane francese, il Beauceron, fino a che, nel 1863, Pierre Mégnin provvide alla selezione e alla definizione dei caratteri del Berger de la Brie.

Fra le ipotesi legate alle origini del Berger de la Brie, tre sono quelle che godono di maggiore credito fra gli addetti ai lavori: la prima teorizza un incrocio fra cani pastori orientali e pastori locali, la seconda propende per un incrocio dei pastori locali con il Barbet, la terza, infine, è a favore dell’incrocio fra il Cane da pastore catalano e il Cào da Sierra de Aires.

Aspetto del Berger de la Brie

Di taglia medio – grande il Berger de la Brie è comunque un cane agile, dotato di buona muscolatura e con un fisico molto ben proporzionato.

Caratteristica principale è il pelo lungo al punto da coprirgli il muso con una folta barba e gli occhi con lunghissime sopracciglia.

Per la colorazione del suo lungo manto sono ammesse tutte quelle uniformi, eccetto bianco, marrone e mogano.

Impieghi del Berger de la Brie

Il suo impiego principale è quello di, ovviamente, cane da pastore per difendere e condurre le greggi, la sua natura rustica lo rende in grado di saper sopportare lunghi carichi di lavoro e i climi più rigidi, garantisce buone prestazione anche come cane da guardia.

10 marzo 2014
Lascia un commento