Cani: viaggiare sicuri in bicicletta

Viaggiare con il cane è una pratica sdoganata da tempo: che sia una semplice sgambata, un viaggio in metropolitana, in treno, nave o aeroplano, la scelta di farci accompagnare può contare su strutture attrezzate e attività al passo con le necessità di Fido. L’amico di sempre è una certezza quotidiana, non solo per il suo ruolo come animale da guardia e per la sua fedeltà, ma anche e principalmente per il suo amore incondizionato e il suo affetto. Protagonista di ogni attività e routine giornaliera, non è atipico trovarlo nei posti di lavoro oppure al ristorante, ma anche al centro di selfie, compleanni e feste. Per questo vederlo viaggiare in bicicletta, dentro strutture apposite, non è più una sorpresa. Ovviamente è importante testare il suo interesse per il mezzo di trasporto, permettergli di viaggiare in sicurezza senza che tema le due ruote. Invece è assolutamente vietato condurlo a guinzaglio mentre ci si trova sul mezzo, poiché un vero e proprio maltrattamento. Vediamo insieme come possa risultare pratico un viaggio in bicicletta con il quadrupede.

Approccio

Prima di inforcare la bicicletta con Fido al seguito è importante che si crei il giusto feeling e la corretta armonia. Non obbligatelo a soggiornare nel cestello o nel trasportino di ordinanza senza aver effettuato qualche piccolo tragitto casalingo di prova, un percorso breve anche di pochi metri che lo aiuti a sentirsi comodo e sicuro. La bici non deve risultare un’imposizione o una costrizione ma un momento di svago, per questo staccate il cestello o il trasportino e permettetegli di accedervi per sonnecchiare e rilassarsi. Solo dopo aver creato un contatto agganciate il tutto alla bici, muovendovi dentro le mura di casa, nel box o lungo un percorso familiare accompagnando il mezzo a piedi. Nel caso non dovesse gradire la proposta, evitategli stress inutile lasciandolo comodamente a casa.

=> Scopri l’ultimo viaggio in bici del cane Zeus


Attrezzatura di base

Cane in bicicletta

L’attrezzatura più consona prevede, in particolare per i cani di taglia piccola, occhialini, caschi in misura, cuscini comodi e cestelli disegnati in base al formato del quadrupede. Il viaggio dovrà risultare principalmente sano e sicuro, Fido potrà soggiornare dentro il cestello ma fissato con il collare al manubrio per evitare salti improvvisi e fughe. La comodità prima di tutto e la cura dell’amico di sempre, una scelta indispensabile per viaggiare bene.

Cestelli

Come anticipato, esistono cestelli in misura del cane, ma in particolare per le taglie medio-piccole. La struttura di supporto si può agganciare al manubrio con un sistema di bloccaggio preciso di salvaguardia, inoltre sono presenti cinture o maniglie interne che rendono al cane impossibile fuggire, oltre a proteggerlo come una cintura di sicurezza in caso di cadute o frenate improvvise

=> Scopri 10 consigli per viaggiare con il cane


Trasportino a rimorchio

Cane e bicicletta

Esistono trasportini comodi ed ergonomici per il viaggio in bici con il cane, da fissare in sicurezza al mezzo di trasporto a due ruote. Particolarmente diffuso nel resto d’Europa, dove le piste ciclabili sono molto presenti, in Italia sta prendendo piede da qualche tempo. È un mezzo di trasporto rilassante, Fido può comodamente sdraiarsi godendosi il paesaggio esterno, protetto da una struttura di metallo rivestita di tessuto che ne attutisce colpi e urti.

Relax

Come anticipato il viaggio in bici dovrà risultare un momento di puro relax e benessere, mai un’imposizione. Per questo in caso di rifiuto non costringete Fido a seguirvi dentro un trasportino o, peggio ancora, a piedi legato a guinzaglio. Ritrovarsi dopo la gita sarà per tutti e due un momento di incontro felice e sereno.

20 febbraio 2018
Lascia un commento