Cani e tosse: le cause più comuni

La tosse è un sintomo di una problematica che può avere diverse origini, come tale può mostrarsi con intensità differente e ovviamente interessare anche la salute del cane. Come presenza può apparire in modalità più o meno pressante: per questo, se la tenacia con cui si palesa è costante, è giusto chiedere un consulto veterinario. Il medico dovrà interpellare il proprietario cercando di comprendere l’ingerenza della tosse nella vita del cane, quanto possa risultare insistente, la tipologia della stessa e la condizione generale dell’animale. Una visita accurata aiuterà il medico a definire la terapia e la soluzione più idonea per il quadrupede e la sua salute.

Cos’è la tosse

La tosse è un’emissione di aria che giunge dai polmoni attraverso la bocca, come conseguenza diretta di uno stato infiammatorio o come rimedio fisico per espellere un corpo estraneo. Può interessare i polmoni, la trachea e anche il cuore, ed è un segnale preciso che può rivelarsi come campanello d’allarme per il benessere del cane. È importante monitorare la progressione di questo sintomo comunicandola al veterinario, in particolare nel caso risultasse persistente e continuativa. Vietato temporeggiare ma al contrario è giusto agire celermente per il bene di Fido.

=> Scopri perché il cane continua a tossire


Sintomi

Cane alito

I sintomi sono pochi: oltre all’emissione di aria, la tosse si palesa anche attraverso un bisogno persistente di schiarire la gola oppure come pseudo conato. Può manifestarsi in modo rumoroso, anche gutturalmente, quindi accompagnata da aria o espettorato liquido come muco e bava. I conati spesso vengono fraintesi come la necessità di rigettare qualcosa, ma in realtà possono rientrare nella sintomatologia della tosse stessa. Se questa appare solo per poco tempo il tutto si potrà risolvere con un po’ di acqua e un massaggio delicato sulla zona tracheale.

Cause

Le cause che possono condurre alla tosse sono tante, ad esempio un’infiammazione, bronchite, allergia, broncopolmonite, ma anche la presenza di un corpo estraneo, problematiche cardiache, infezioni virali e batteriche, polvere, pollini, fumo passivo, fino alle patologie più gravi e alle neoplasie.

=> Scopri i sintomi del raffreddore nel cane


Cura

Cane al guinzaglio

La cura può variare in base alla causa individuata, sarà il veterinario a stabilire la soluzione migliore solo dopo aver provveduto a visitare l’animale accuratamente. L’animale verrà esaminato, in particolare l’interno della bocca quindi verranno auscultati cuore e polmoni: se necessario l’esperto richiederà una lastra del collo e del torace. In base alla tipologia del malessere, il cane potrà seguire una cura specifica, fino all’eliminazione della problematica e il raggiungimento della guarigione finale. In caso di sintomi persistenti o di recidiva il veterinario potrà richiedere esami e accertamenti specifici e più approfonditi, utili a sondare nel dettaglio la situazione.

20 aprile 2018
Immagini:
Lascia un commento