Accudire un cane è per gli anziani non solo un’insostituibile fonte di compagnia, ma anche una garanzia di protezione e sicurezza. È quanto dimostra la storia di una donna statunitense, affetta da una forma molto grave del Morbo di Parkinson, salvata dai suoi due Golden Retriever a seguito di un incidente domestico. Se non fosse stata per la dedizione degli amici a quattro zampe, l’anziana non sarebbe sopravvissuta.

Il fatto è accaduto qualche settimana fa a Palmdale, una cittadina della California, dove Judy Muhe vive in compagnia dei suoi cani. A causa della malattia, l’anziana ha perso l’equilibrio ed è caduta rovinosamente a terra, perdendo i sensi e non riuscendo più a rialzarsi. I quadrupedi, compreso come la situazione fosse particolarmente grave, per ben due giorni hanno accudito la proprietaria scaldandola con il loro corpo, mantenendone così intatte le funzioni vitali.

Non ricevendo da giorni notizie sulla donna, una coppia di amici ha deciso di farle visita. Grazie a un paio di chiavi di scorta, ottenuto l’accesso all’abitazione i due sono stati condotti dai preoccupati cani nel luogo dell’incidente, dove han trovato l’anziana a terra completamente immobile:

Quando siano arrivati l’abbiamo trovata sul pavimento. I cani sono corsi alla porta e ci hanno mostrato dove fosse.

Sebbene provata dalla caduta, la donna ha riportato solamente delle ferite minori alla spalla e alla nuca. La protezione dei cani pare sia stata però fondamentale per la sua sopravvivenza: a causa della malattia, la proprietaria subisce delle crisi anche particolarmente violente se esposta per lunghi periodi al freddo. Intervistata da una TV a stelle e strisce, ha così commentato:

Sono stati con me. Mi han mantenuto al caldo e mi hanno confortato: mi han fatto sapere di non essere da sola. Non ho dubbi: lo farebbero nuovamente.

“Degli angeli a quattro zampe”, così ha ribattezzato l’anziana i suoi due cani Dodger e Higgins, predisponendo per loro un angolo speciale della sua abitazione, dei pasti sontuosi di ringraziamento e un ritratto da aggiungere all’album di famiglia.

13 ottobre 2014
Lascia un commento