I cani ricordano, conservano nella memoria fatti e persone. A quanto pare, secondo una ricerca avviata da un team di studiosi ungherese e pubblicata su Current Biology, riescono a memorizzare le azioni del proprietario. Non in modo indotto attraverso un addestramento, bensì in modo spontaneo, dimostrando di possedere una memoria episodica. Una serie di ricordi legati a fatti specifici e orari precisi. Come sostiene Claudia Fugazza, autrice principale dello studio per il MTA-ELTE Comparative Ethology Research Group, la memoria dei cani non segue una cronologia precisa e neppure una scelta legata all’importanza dei fatti. Ma come molti proprietari possono sapere e comprende, i cani ricordano in base alle loro scelte senza una particolare priorità.

Lo studio è stato effettuato anche dal punto di vista clinico attraverso la risonanza magnetica, che ha evidenziato come il cervello canino riesca a reagire in modo simile a quello umano davanti a stimoli comuni. Per testare questa predisposizione, sono stati osservati diciassette cani di razze differenti, educati e addestrati a copiare i movimenti dei proprietari (o dei volontari).

=> Scopri la memoria degli animali


Durante la prima parte del test, i quadrupedi hanno osservato sei oggetti differenti quindi l’utilizzo che ne ha fatto il proprietario, ad esempio l’impiego di un ombrello o salire sopra una sedia. Alla visione è seguito il comando “fallo anche tu”. Nella seconda fase del test il proprietario ha interagito nuovamente con i sei oggetti, replicando azioni familiari ai quadrupedi. I cani hanno dovuto semplicemente osservare, mentre il comando è stato rilasciato con due tempistiche volutamente dilatate. Questo ha dimostrato come l’animale sia in grado di copiare il gesto in modo completo. La percentuale di riuscita diminuisce al 58,8% se il comando tarda di un minuto, ma si hanno risultati anche a distanza di un’ora con una percentuale pari al 35,3%.

Ciò confermerebbe due elementi importanti: la presenza di una memoria episodica e la capacità del cane di replicare un’azione nuova mai affrontata prima. La memoria episodica umana è legata alla consapevolezza di se stessi, ma gli studiosi non sono ancora certi che questo possa riguardare anche i quadrupedi. E neppure se la memoria episodica dei cani sia ricca di dettagli e dati come quella umana.

25 novembre 2016
Fonte:
Lascia un commento