Il corpo forestale dello Stato di Marsciano e l’Asl 1 di Perugia (Distretto Todi-Marsciano) si sono unite per salvare dalla detenzione 14 cani di razza Pointer Inglese. Gli animali, rinchiusi in un fabbricato disabitato, erano in condizioni igieniche atroci. La mancanza di cibo e la pochissima acqua aveva condotto alcuni di loro a uno stato di dimagrimento totale.

>>Scopri la cerimonia per il Pointer di quartiere

L’operazione è nata dopo l’individuazione dello stabile in disuso e la presenza dei cani al suo interno. Lo stato di indigenza dei Pointer ha fatto partire l’indagine, con relativa convocazione del proprietario e sopralluogo sul posto. All’arrivo dei veterinari, per la perquisizione della struttura, i cani presentavano segni evidenti di malnutrizione. Aggravati da una situazione di branco che aveva relegato i più deboli alla sottomissione totale.

I medici hanno indicato al proprietario alcuni condizioni base per ripristinare immediatamente lo stato di salute dei cani da caccia, mentre cinque esemplari sono sotto sequestro amministrativo perché non registrati all’anagrafe canina e senza microchip di identificazione. Le indagini hanno evidenziato come lo stabile sia stato in realtà occupato abusivamente dall’uomo, mentre il proprietario dello stesso ha sporto querela per invasione abusiva di edifici. A questo hanno fatto seguito sanzioni amministrative per circa 3000 euro, quindi numerose infrazioni alla normativa regionale per la lotta al randagismo.

Per l’uomo sono giunte anche una denuncia per i reati di invasione abusiva di terreni ed edifici, e per detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Ora le autorità controlleranno se lo stato degli animali, ancora in suo possesso, possa risolversi positivamente per la salute degli stessi.

30 luglio 2013
Fonte:
I vostri commenti
mario, martedì 30 luglio 2013 alle20:59 ha scritto: rispondi »

Le leggi contro il maltrattamento degli animali sono troppo clementi. Chi maltratta gli animali dovrebbe essere trattato alla pari di chi maltratta un bambino perché l'animale è un essere indifeso proprio come un bambino.

Lascia un commento