Kingston e Lola sono due cani dal passato difficile e burrascoso. Ognuno di loro ha seguito un percorso esistenziale pieno di sofferenza e maltrattamenti, nonostante la giovanissime età. L’associazione A Rejoyceful Anima, con sede a Flint nello stato americano del Michigan, è solita percorrere le strade dei vari quartieri. Non solo per recuperare i cani abbandonati ma, bussando porta a porta, per aiutare i cittadini nell’educazione dei loro quadrupedi. Un servizio importante, utile, rivolto in particolare a chi lascia l’animale in cortile in balia degli agenti atmosferici e magari a catena corta. Il gruppo spiega come convivere pacificamente con Fido anche dentro le mura domestiche, quindi illustra l’importanza delle vaccinazioni e delle cure veterinarie. Proprio durante uno di questi giri il team si è imbattuto in Kingston, non all’interno di un giardino bensì a piede libero. Il cane correva lungo le strade del quartiere trascinandosi dietro una lunga catena pesante, a cui era ancorato un pesante pneumatico.

Una situazione assurda che aveva procurato al cane profonde lacerazioni su muso e collo. Kingston, mix Dalmata e forse PitBull, è stato così tratto in salvo, curato, medicato e accolto da un volontario del centro. Susan Robelli, parte integrante dello stesso staff, invece si era interessata alle sorti della cagnolina Lola che da tempo conduceva una vita in gabbia.

=> Scopri il cane Dalmata


Acquistata in tenera età da un allevamento, aveva trascorso parte delle giornate da reclusa, a causa della mancanza di tempo del suo proprietario. Ma la situazione era degenerata e la piccola aveva finito per vivere rinchiusa ventiquattro ore al giorno. Uno spazio angusto e senza l’agio di muoversi, dove Lola dormiva, mangiava e faceva i suoi bisogni. Al momento del recupero presentava piaghe sulle zampe e una temperamento agitato, ansioso, difficile da gestire.

=> Scopri come gestire il cane ansioso


Ma l’incontro fortuito tra i due cani ha cambiato le sorti delle loro esistenze, grazie al coinvolgimento in una singolare proposta di matrimonio. Un uomo aveva deciso di chiedere la mano della sua fidanzata e, grazie al sostegno di un’emittente radiofonica, aveva radunato quattro cani provenienti dal rifugio locale, che avrebbero indossato le lettere per comporre la frase “Will You Marry Me?”. Durante l’incontro Kingston si è subito sperticato in baci ed effusioni sentimentali nei confronti di Lola che, a dispetto della sua indole, ha accettato il tutto di buon grado. Visto l’animo tormentato della cagnolina, Susan ha deciso di chiede in affido anche Kingston, il quale al suo arrivo nella nuova dimora ha riconosciuto Lola e l’ha ricoperta di baci. Il riconoscimento ha permesso un’interazione graduale e positiva e, con il tempo, i due hanno finito per aiutarsi a vicenda e innamorarsi. Lola ha insegnato all’amico a vivere dentro le mura di casa, mentre Kingston le ha mostrato come mantenere la calma e l’autocontrollo. Dopo quattro settimane di convivenza, e la prospettiva di un’adozione di coppia, Kingston ha trovato la famiglia perfetta. Lui, restio a vivere in casa, appena ha varcato la porta si è seduto accanto ai suoi nuovi fratellini umani riconoscendo nel gruppo il suo nuovo amato branco. Lola attende invece che qualcuno si innamori di lei, della sua incredibile voglia di imparare e scoprire, ma principalmente che possa ricambiare l’enorme amore che potrà donare.

28 marzo 2017
Fonte:
Lascia un commento