Non esistono razze di cani pericolose né predisposizioni violente di tipo innato, spesso sono la conseguenza di una cattiva educazione. Oppure di un ambiente coercitivo, malsano, che incide negativamente sull’indole dell’animale plasmandola in modo errato. Ma c’è sempre la possibilità di recuperare un animale condotto sulla cattiva strada, magari con sistemi rieducativi messi in atto per il suo bene. Di sicuro esistono 5 razze molto ambite e desiderate, ma che non tutti sono in grado di gestire e curare. Sono cani molto amati, la loro immagine è sdoganata anche dalla pubblicità che ne divulga il verbo, ma di sicuro sono razze delicate che richiedono attenzione.

Se tutti i cani hanno bisogno di una casa, è sempre bene assicurare l’animale nelle mani di chi possa garantirgli un futuro sereno e tranquillo. Un animale non può essere una moda, uno status symbol, ma in quanto essere vivente ha delle necessità. Per questo motivo molti veterinari sperano sempre che ogni cane finisca nella giusta famiglia e dimora. Un proprietario pronto alla grande sfida dell’educazione, che possieda le giuste basi e la giusta pazienza per accogliere un nuovo amico.

Tra le razze più richieste c’è il Bulldog Inglese dall’aria adorabile e giocosa, ma le continue modifiche per ottenere la razza perfetta ne hanno condizionato la salute. Il goffo ma amorevole cane è un insieme di problemi di tipo respiratorio, oltre che ossei, che incidono sulle sue aspettative di vita. Anche il Chihuahua rientra nella categoria dei must have, in particolare da parte dei VIP, per la stazza minuscola e contenuta. Ma nonostante ciò sono cagnolini molto vivaci, energici e dal carattere deciso e non tutti sono in grado di gestirli nel modo adeguato. Per questo in molti finiscono per ingrassare i box dei canili, specialmente se vittime di qualche moda momentanea.

Il Pastore tedesco rientra nel gruppo dei 5 cani più ambiti, da sempre al servizio come guida per ciechi o come assistente di Polizia. Ma negli anni ha sviluppato alcune problematiche di salute molto serie: epilessia, problemi di vista, emorragie e disturbi digestivi, mielopatia degenerativa e la temibile displasia dell’anca. Accanto a loro troviamo i Golden Retriever, amatissimi dalla pubblicità e dai bambini, vengono utilizzati nella pet therapy. Eppure la costante ricerca della perfezione della razza ne ha pregiudicato la salute, predisponendo questi adorabili esemplari a patologie serie come il cancro.

Infine non possono mancare i Pit Bull, vittime della popolarità e della moda, finiscono spesso nelle mani sbagliata oppure nel giro dei combattimenti. La continua richiesta ha determinato un eccesso numerico, ma anche molti abbandoni. Definito impropriamente ed erroneamente cane aggressivo, il Pit Bull è invece un esemplare dall’animo docile nonostante il formato ed è spesso utilizzato nella Pet Therapy grazie alla sua pazienza e il suo affetto con bambini e persone in difficoltà.

3 ottobre 2013
Fonte:
Lascia un commento