Cani intossicati a Milano: ingeriscono droga nei parchi

Monta la preoccupazione fra i proprietari di cani in quel di Milano, per il crescere di esemplari rimasti intossicati a seguito dell’ingestione fortuita di sostanze stupefacenti. Negli ultimi tempi, così come spiega Il Giorno, diversi quadrupedi sarebbero infatti entrati in contatto con droghe presso i parchi delle zone Sempione, Pallavicino e Formentano, forse delle dosi nascoste fra i cespugli da malviventi. E non solo si teme per gli amici a quattro zampe, ma anche per i possibili rischi per i bambini: i più piccoli, infatti, potrebbero entrare in contatto con buste dalle conseguenze gravissime.

Uno dei casi più recenti è avvenuto la scorsa settimana, quando Tobia – un Setter Inglese di tre anni – ha ingerito delle sostanze stupefacenti abbandonate presso il parco Guido Vergani di via Pallavicino. Dopo una corsa in clinica veterinaria, e un trattamento a base di flebo, l’animale si è fortunatamente ripreso. La scorsa estate, invece, una giovane Labrador aveva ingoiato dell’hashish nascosta all’interno del Parco Sempione e, a seguito di un malore, è stata sottoposta a una lavanda gastrica in un centro veterinario. Più grave la vicenda di un cagnolino al Parco di largo Marinai d’Italia, così come riporta sempre il quotidiano, purtroppo rimasto vittima dell’ingestione quattro mesi fa.

=> Scopri la cagnolina salvata dalla droga

L'abbandono di sostanze stupefacenti nei parchi, così come riportano diversi quotidiani meneghini, non sarebbe un fenomeno nuovo. A quanto sembra, gli spacciatori approfitterebbero dei luoghi più isolati e nascosti delle aree verdi per adagiare quantità importanti delle più svariate droghe, da cui approvvigionasi di tanto in tanto durante la distribuzione su strada. Ancora, può capitare che buste e bustine vengano gettate dagli stessi utilizzatori.

=> Scopri i cani intossicati da droghe a Berlino

In genere, non sembrano essere coinvolte le aree recintate per lo sgambo dei quadrupedi. Tuttavia, non capita di rado che i proprietari, proprio approfittando della grandezza dei parchi cittadini e dello splendido verde, lascino correre l’amico domestico anche al di fuori delle piccole aree preposte, dove è più probabile siano purtroppo presenti sostanze pericolose.

14 dicembre 2017
Fonte:
Lascia un commento