Cani: l’insofferenza ai rumori può segnalare dolore

Non è di certo un segreto: i cani dispongono di un udito molto sensibile, capace di carpire rumori anche molto lontani, ma allo stesso tempo assai delicato. Non è insolito, infatti, che per l’animale domestico l’esposizione a forti rumori possa generare fastidi e disagio, basti pensare all’insofferenza tipica in caso di fuochi d’artificio, spari, botti ed esplosioni. Un nuovo studio, tuttavia, evidenzia una conseguenza forse ignorata in passato: l’insofferenza ai rumori potrebbe essere un segnale di dolore fisico.

Lo studio in questione è stato condotto dall’Università di Licoln, nel Regno Unito, e pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Veterinary Sciences. Gli esperti hanno voluto indagare se l’insofferenza a forti dolori possa essere conseguenza di una condizione di dolore fisico, un segnale che potrebbe portare a galla disturbi o patologie non diagnosticate.

=> Scopri come il gioco rallenta l’invecchiamento dei cani


Per la ricerca, due gruppi da dieci cani ciascuno sono stati sottoposti a dei test per valutarne la risposta ai rumori. Il primo gruppo presentava esemplari già diagnosticati con dolore cronico muscolo-scheletrico, il secondo nessun disturbo in corso. Gli animali sono stati quindi sottoposti all’ascolto di rumori registrati, per monitorarne le reazioni. Dagli esperimenti, è emerso come i cani già affetti da dolore cronico dimostrino una maggiore insofferenza all’esposizione sonora, manifestando sintomi come tremori, nervosismo, desiderio di fuga e molto altro ancora. Non ultimo, è apparso evidente come la problematica riguardi maggiormente i cani più anziani: i rumori fungono da vero e proprio trigger, infatti, soprattutto per gli esemplari già adulti, prossimi alla terza età.

=> Scopri perché il sorriso stimola il cervello dei cani


Secondo gli esperti, la presenza di dolore cronico potrebbe alterare la percezione del suono del cane, rendendolo meno sopportabile, di conseguenza comportamenti insoliti o eccessivi dati dall’esposizione a forti rumori non dovrebbero essere mai sottovalutati. Così spiega Luisa Lopes Fagundes, studentessa di veterinaria nonché ricercatrice per lo studio:

Crediamo che i cani affetti da dolore cronico possano percepire il suono in modo differente, poiché se un rumore li spaventa può alterare le tensioni muscolari e, di conseguenza, la sensazione di dolore associata.

30 marzo 2018
Lascia un commento