Cani: in arrivo il vaccino contro la leishmaniosi

Per i nostri cani è in arrivo il vaccino contro la leishmaniosi, una malattia che colpisce i nostri amici a quattro zampe causata dalla puntura del Phlebotomus papatasi cioè del pappatacio. Il costo del vaccino, chiamato CaniLeish, è di 70 euro ad iniezione da ripetere tre volte a distanza di 21 giorni. Con un richiamo annuale si ottiene una copertura dell’80%, come per tutti i vaccini, e il costo iniziale verrebbe ammortizzato con il tempo e con la piena salute del vostro amico.

Il parassita che colpisce il cane provocandogli la leishmaniosi lo fa dal tramonto all’alba e da maggio a ottobre, ovvero quando la temperatura è più alta e le condizioni di umidità più marcate. La diffusione della malattia avviene solo tramite la puntura del pappatacio, ovvero il parassita che punge un cane infetto può trasmettere la malattia attraverso la puntura sul corpo di un secondo cane.

Per quanto riguarda la diffusione non esiste contagio da vicinanza diretta tra simili, cioè tra cani, e tra cane e uomo e altri animali. È sempre il pappatacio il vero portatore della malattia e del contagio, e solo in casi molto rari contagiare l’uomo. Questo può accadere solo in condizione di immunodepressione molto marcata, e non sempre la malattia si sviluppa. I sintomi nel cane possono venire alla luce dopo un periodo di incubazione molto lungo, anche due anni.

Ma appena si abbassano le difese immunitarie il cane può mostrare i primi sintomi che vanno dalla: dermatite secca di tipo esfoliativo, all’alopecia. Molto diffuse le ulcere sulle orecchie con presenza di sangue, l’aumento dei linfonodi, un forte stato anemico, diminuzione di peso, problemi renali. In caso di diagnosi precoce si può contrastare la malattia con una terapia di mantenimento che varierà in base alle condizioni del cane. Solitamente iniezioni di antimoniato di metil-glucamina o pastiglie di miltefosina, associate a compresse a base di allopurinolo.

29 marzo 2012
Fonte:
Lascia un commento